Dalle Alfa alle Bentley, Romeo Ferraris firma la Bentayga

Nuovo Assetto, 49 Cv in più al Diesel ed elaborazione estetica

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Romeo Ferraris, costruttore milanese in piccola serie di veicoli racing e stradali, specializzato in elaborazioni di Alfa Romeo e vetture del gruppo FCA, si è cimentato in un'interpretazione aggressiva del Suv Bentayga della Bentley. L'azienda di Opera, che è punto di assistenza ufficiale oltre che del marchio della B alata anche di Rolls-Royce e Bugatti, ha reinterpretato il modello V8 Diesel, accreditato di serie di 435 Cv di potenza massima e di 900 Nm di coppia, proponendo aggiornamenti estetici, un assetto più adatto alla guida veloce e un aggiunta di 49 Cv e 88 Nm al motore sovralimentato di 3.956 cc. Proposta con tinta bicolore, la Bentayga by Romeo Ferraris prevede la posa di una pellicola opaca color titanio cromato nella parte superiore della vettura che crea un contrasto d'effetto con il nero "Crystal" della parte inferiore del corpo vettura. Una pellicola, questa volta di tipo protettivo, anch'essa cromata e di tipo a specchio è stata poi applicata ai cristalli della vettura, per un risultato d'insieme particolarmente suggestivo.

Per quello che riguarda l'assetto e la resa in pista della vettura, da annotare il montaggio di distanziali anteriori e posteriori che hanno permesso di allargare le carreggiate di 25 mm. Sempre 25 mm, ma verso il basso, per l'assetto, una soluzione che punta ad aumentare stabilità e piacere di guida.

Al riguardo, dalla Romeo Ferraris assicurano: "Grazie agli interventi abbinati alle sospensioni ad aria di serie, il Suv della Casa inglese è sorprendentemente agile e dà le stesse sensazioni di guida di una vera auto sportiva. Il risultato è inoltre un aspetto più largo e più basso, che le conferisce sportività e una moderata nota aggressiva, che per nulla stona con l'eleganza naturale della vettura".

Il costo della trasformazione completa è di 4.650 euro più Iva, ma si possono anche richiedere le singole modifiche.

In merito a questo nuovo progetto, Michela Cerruti, responsabile operativo racing e prodotto dell'azienda lombarda, sottolinea: "Ottenere e mantenere nel tempo il mandato di officina ufficiale Bentley Motors è per la Romeo Ferraris motivo di orgoglio, nonché stimolo verso il miglioramento costante delle nostre competenze e del livello delle attrezzature presenti all'interno dei nostri laboratori. Lavorare su questi prestigiosi esemplari inglesi non è di certo semplice, specialmente quando si parte da un livello di estetica e performance di base già altissimo. Ma abbiamo provato lo stesso a dare il nostro tocco in più alla più grande della famiglia, per renderla ancora più speciale ed esclusiva".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA