Audi A6, nuova ammiraglia accessibile per viaggi first class

Contenuti high tech esaltano i progressi dinamici e nel confort

Redazione ANSA

PORTO (PORTOGALLO) - Una berlina, o meglio una ammiraglia di dimensioni corrette, in cui si viaggia come in business class intercontinentale, se non in first. Parlando della nuova Audi A6 la distinzione tra la classe business nei voli europei e quelli oltreoceano o in direzione dell'Oriente è doverosa, visto che solo viaggiando verso destinazioni lontane le poltrone della business diventano comode come quelle della first, e si dispone di sistemi d'intrattenimento e di altre 'carinerie' che fanno vivere piacevoli esperienze di viaggio. La nuova berlina A6 possiede queste qualità: è un'ammiraglia, ma 'accessibile', è davvero comoda anche per chi siede dietro e propone tanta tecnologia che resta facile da utilizzare. Ne è un esempio Il sistema di navigazione MMI plus che porta in dote l'Audi virtual cockpit, che comprende un display ad alta risoluzione da 12,3 pollici. Il sistema può essere gestito con gli stessi gesti che si usano con gli smartphone ma anche tramite i più tradizionali comandi multifunzione al volante. A integrazione di queste tecnologie nuova Audi A6 offre il comando vocale on-line grazie al quale è possibile gestire numerose funzioni. Altro grande passo in avanti, eredità dell'esperienza fatta con la A8, è la configurazione dell'abitacolo: la spaziosità è cresciuta grazie all'incremento del passo (+12 mm) mentre le caratteristiche aerodinamiche e di isolamento - con speciali guarnizioni nelle porte - rendono assolutamente silenziosi anche i viaggi a velocità elevate.

Un viaggio con A6 è davvero da 'business intercontinentale' dal punto di vista del relax: il conducente può contare fino a 39 sistemi di assistenza alla guida, tra cui spiccano l'adaptive cruise control, il predictive efficiency assistant (il nuovo sistema che riconosce il restringimento di corsia nei cantieri), l'assistente al traffico (traffic jam assist), l'active lane assist e l'emergency assist che, in caso di emergenza, frena l'auto sino all'arresto e avvia una chiamata di soccorso. Tutte le varianti della gamma sono dotate della tecnologia mild-hybrid che funziona a 48 Volt con i motori 6 cilindri. A6 può avanzare per inerzia fra 55 e 160 km/h e il sistema start/stop si attiva già da 22 km/h. In fase di decelerazione, l'RSG può recuperare fino a 12 kW di potenza. Su strada la tecnologia mild-hybrid aiuta a ridurre i consumi fino a 0,7 l/100 km. Sulle tormentate strade dell'entroterra di Porto è stato possibile, inoltre, valutare l'efficacia delle sospensioni pneumatiche adattive e dello sterzo integrale dinamico, che si avvale della sterzata posteriore in fase o controfase in funzione della velocità dell'auto. Al lancio in Italia, nuova Audi A6 è disponibile con il motore V6 3.0 TDI da 286 Cv, cui seguirà a breve la versione da 231 Cv. All'inizio dell'autunno debutteranno i propulsori a quattro cilindri, tra i quali il 2.0 TDI da 204 Cv (mild-hybrid a 12 Volt) e, successivamente, il possente V6 3.0 TFSI benzina da 340 Cv. Tutti i diesel V6 sono equipaggiati con cambio Tiptronic a 8 rapporti e trazione integrale Quattro con differenziale centrale. Di spicco con il V6 3.0 TDI 286 Cv oggetto del test l'accelerazione (0-100 in 5,5 secondi) e la velocità massima che è limitata elettronicamente a 250 km/h. E impressiona, con un motore così brillante - vista la coppia massima di 620 Nm - il consumo omologato di soli 6,1 litri di gasolio ogni 100 km.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: