A Ginevra la Kia Rio indossa l’abito sportivo

La nuova GT-Line monta un 1.0 turbo da 120 Cv

Redazione ANSA

ROMA - Una grinta estetica accentuata dallo spoiler sul tetto e un motore 1.0 T-GDI turbo da 120 Cv sono il biglietto da visita della Kia Rio GT-Line, variante sportiva della compatta coreana, in premiere alla prossima edizione del Salone di Ginevra (8-18 marzo). In vendita sui principali mercati europei a partire dalla primavera 2018, questa nuova versione della Rio a cinque porte si distingue anche per i doppi scarichi e i cerchi da 17''.

Monta una versione potenziata del noto ''mille'' a iniezione diretta di benzina del gruppo asiatico, capace di erogare una coppia di 172 Nm nell'arco di utilizzo compreso tra 1.500 e 4.000 giri al minuto. Si tratta di un tre cilindri accreditato di emissioni di CO2 di 107 grammi al chilometro e di consumi medi di 4,7 litri per 100 chilometri. Al lancio viene proposto solo in abbinamento a un cambio manuale a 6 rapporti ma dal terzo trimestre sarà disponibile anche con un automatico a doppia frizione e sette velocità.

Esternamente la GT-Line presenta una griglia anteriore specifica, che fonde elementi neri e cromati, cornici dei finestrini cromate e viene offerta con nuove tinte per la carrozzeria. Fanno parte della dotazione standard le luci diurne a LED e i fendinebbia, sempre a LED. Nell'abitacolo spiccano il volante in pelle, la pedaliera in alluminio, gli inserti sul cruscotto in materiali plastici ispirati alla fibra di carbonio e le finiture che ricordano il metallo per gli interruttori e la leva del cambio.

La dotazione di serie comprende la telecamera posteriore di parcheggio e il sistema di infotainment con schermo a sfioramento da 7 pollici che include Apple CarPlay e Android Auto, per l'integrazione dello scambio dati con i principali smartphone in commercio. Per quello che riguarda la sicurezza, da segnalare sei airbag, fari direzionali, il dispositivo Driver Attention Warning (DAW) che controlla la concentrazione del guidatore con avvisi sonori e luminosi sul quadro strumenti, la frenata di emergenza (Forward Collision-Avoidance Assist) e l'avviso di invasione involontaria della corsia laterale (Lane Departure Warning). Quest'ultimo dispositivo, entro fine anno sarà integrato dall'intervento attivo sullo sterzo (Lane Keeping Assist), in grado di riportare automaticamente la vettura al centro della corsia in caso di distrazione del guidatore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: