Mercedes Concept A Sedan anticipa aspetto future 'compatte'

Star del prossimo Salone di Shanghai, conferma evoluzione design

Redazione ANSA

ROMA - L'inedita Concept A Sedan - che Mercedes presenterà in anteprima mondiale al Salone di Shanghai - non rappresenta solo la prefigurazione della prossima generazione di vetture compatte della Stella a Tre Punte, ma descrive anche in dettaglio il futuro linguaggio stilistico della Casa, già anticipato in parte dalla linee meno tese e volumi più morbidi della recente Classe E Coupé. Con il suo design pulito, che alterna superfici accentuate a linee e giunture ridotte, Concept A Sedan è allo stesso tempo 'hot and cool' segnando l'inizio di un'implementazione ancora più coerente della filosofia di design caratterizzata dalla limpida sensualità. ''Quando le nervature e le linee si riducono al minimo, restano la forma e il corpo e bisogna avere il coraggio di seguire l'essenziale - ha affermato Gorden Wagener, responsabile del design di Daimler AG - Con le sue proporzioni perfette e le superfici sinuose, la futura generazione di vetture compatte ha il potenziale per inaugurare una nuova era del design''.

L'attuale famiglia dei modelli compatti - ricorda una nota dell'azienda - ha contribuito in modo significativo ad incrementare il successo e a ringiovanire più che mai l'immagine del marchio, facendo conseguire nel 2016 il sesto anno record consecutivo. Dal 2012 sono stati venduti nel mondo oltre due milioni di vetture compatte. Oltre al linguaggio formale moderno, alle innovazioni nei sistemi di assistenza alla guida, alla connettività e al piacere di guida, un ulteriore fattore decisivo per il successo è stata la varietà di cinque modelli diversi tra loro: Classe A, Classe B, CLA, CLA Shooting Brake e GLA. Lunga 4 metri e 57 e larga 1 metro e 87, Concept A Sedan presenta le proporzioni dinamiche di una berlina premium, in stile coupé e al contempo compatta. I passaruota pronunciati con arco ridotto mettono in risalto gli esclusivi cerchi da 20 pollici e il frontale incisivo con mascherina bassa e inclinata in avanti, dotata di inserti cromati verticali e Stella centrale - ispirato alla supersportiva AMG GT - non passa inosservata assieme al cofano motore allungato con powerdome e all'ampia presa d'aria inferiore con griglia a rombi e modanatura in cromo scuro. I fari, dotati del 'sopracciglio' tipico del marchio, hanno una struttura a griglia all'interno che rende inconfondibile questo modello. Questa 'grigliatura' nei gruppi ottici è rivestita con una vernice UV e viene illuminata con una luce ultravioletta; in questo modo il faro 'brilla' di colori diversi a seconda della funzione di illuminazione selezionata: le luci di marcia diurne, ad esempio, risultano bianche. Questa singolare tecnologia delle luci trova impiego anche nella coda: anche la decisa grafica delle luci di posizione posteriori assume l'aspetto di una scultura strutturata.

Seguendo l'evoluzione di questa filosofia di design, le linee e le giunture nella coda sono state ridotte. Il paraurti posteriore, in contrasto con la verniciatura, presenta una sezione inferiore in look diffusore lasciata nera e un inserto cromato che accentua la larghezza e sottolinea la posizione di prestigio della vettura. Le mascherine dei terminali di scarico integrate sono realizzate in cromo scuro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA