A Ginevra il ritorno della Alpine con la coupé A110

Già 'sold out' la Premiere Edition con guida a sinistra

Redazione ANSA

GINEVRA - A un anno dalla presentazione dello studio Alpine Vision, il gruppo Renault completa l'operazione di rilancio del marchio Alpine svelando al Salone di Ginevra la versione definitiva della coupé A110. Leggera, compatta, veloce, la sportiva transalpina è omologata per due persone e presenta una stuzzicante architettura a motore centrale che farà la gioia dei guidatori più smaliziati. Ispirata alla famosa A110 'Berlinette', in consegna in Europa da fine 2017, l'auto presenta telaio e carrozzeria in alluminio, per un peso a vuoto di soli 1.080 kg, distribuiti fra i due assi con una prevalenza al posteriore (44%-56%).

Lunga 4.178 mm, larga 1.798 mm, alta 1.252 mm, la A110 ha uno stile che si riallaccia alla storia del Marchio, a partire dal frontale caratterizzato da quattro luci full LED indipendenti.

Altro elemento tipico del design Alpine è la "spina dorsale" centrale del cofano. Progettata nel Tecnocentro del Gruppo Renault a Guyancourt e nel centro tecnico di Renault Sport a Les Ulis, monta il nuovo quattro cilindri benzina 1.8 turbo dell'Alleanza Renault-Nissan, appositamente elaborato dai motoristi Alpine per erogare 252 Cv di potenza massima e 320 Nm di coppia. Valori che, uniti alla particolare leggerezza della vettura, garantiscono performance di rilievo. E', infatti, accreditata di un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi e di una velocità massima di 250 km/h. Di rilievo è anche la cura che i progettisti hanno riposto nell'affinarne l'aerodinamica (Cx 0,32), a partire dalla realizzazione del fondo piatto e dell'estrattore posteriore di ispirazione corsaiola.

C'è anche un po' d'Italia in questa vettura. I freni, infatti, sono firmati dalla Brembo: l'impianto prevede pinze freno interamente in alluminio e, prima mondiale, l'attuatore del freno di stazionamento integrato che ha permesso un risparmio di 2,5 chilogrammi di peso. Equipaggiata con cambio Getrag a doppia frizione (DCT) a sette rapporti, la sportiva d'Oltralpe offre la possibilità di selezionare tre modalità di guida. Si tratta delle opzioni Normal, Sport e Track, calibrate in modo da variare alle differenti richieste del pilota la risposta del motore, della trasmissione, dello sterzo, del controllo elettronico della stabilità (ESC) oltre alle sonorità provenienti dallo scarico. Da notare che anche la strumentazione del cruscotto varia a seconda del tipo di impostazione scelta.

Sportiva, poi, è naturalmente l'impostazione dell'abitacolo che mostra un sapiente utilizzo di alluminio, fibra di carbonio e pelle.

Per la Premiere Edition della A110, una serie di lancio limitata a soli 1955 esemplari (numero che ricorda l'anno della fondazione del brand) e che è destinata a rimanere in produzione sino al 2018, alla Alpine hanno fissato un listino prezzi per la Francia di 58.500 euro. Tutti gli esemplari di lancio con guida a sinistra sono però già stati prenotati in anticipo. Al momento rimangono disponibili ancora alcune vetture con guida a destra, previste per la Gran Bretagna e il Giappone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA