Ue ottiiene da Giappone azzeramento in 7 anni dazio ad import veicoli

Nuove norme da 2019 per riequilibrio flussi auto tra mercati

Redazione ANSA

ROMA - La Commissione europea ha ottenuto quanto aveva promesso all'industria automobilistica continentale, cioè l'eliminazione del dazio doganale sui veicoli provenienti dall'Ue - pari al 10% - che è in vigore per l'import in Giappone. L'accordo è stato siglato nell'ambito del più ampio partenariato economico che è stato sottoscritto in occasione del vertice Ue-Giappone dello scorso 6 luglio, e prevede oltre a questo azzeramento che verrà raggiunto in 7 anni anche l'allineamento degli standard tecnici.

''Una volta che i testi dell'accordo saranno pronti - ha comunicato Associazione Europea dei Costruttori di Automobili (Acea) - e tutti i membri li avranno analizzati valutando le implicazioni sull'industria automobilistica europea, i negoziatori proseguiranno il loro lavoro per arrivare ad un testo definitivo entro l'anno''. L'attesa, specifica il sito autoactu.com, è che dopo la traduzione in tutte le lingue dell'Unione, entro metà del 2018, si arrivi all'applicazione entro il 2019. Per ciò che riguarda specificamente gli aspetti tecnici, Giappone e Ue - si legge nella nota ufficiale - si allineano perfettamente sugli stessi standard internazionali per la sicurezza dei prodotti e la tutela dell'ambiente, e dunque le auto europee saranno soggette a requisiti identici nella Ue e inGiappone, e un modello in caso di esportazione verso il Giappone non dovrà essere nuovamente testato e certificato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA