Tariffe strisce blu sempre più care, Milano batte Roma

Ultimi aumenti nel centro storico meneghino la scorsa settimana

Redazione ANSA

ROMA - La sosta a pagamento nelle grandi città italiane sta diventando sempre più costosa, come del resto accade da tempo a Londra, a Parigi, a New York e nelle metropoli mondiali. In questa 'corsa' ad alleggerire le tasche degli automobilisti Milano ha ormai battuto Roma, grazie anche agli aumenti delle tariffe delle strisce blu nel centro storico che sono scattati la scorsa settimana. Lo riferisce la rivista Fleet Magazine che ha realizzato una dettaglia inchiesta per fornire ai gestori delle flotte aziendali e ai driver delle auto dei manager che devono affrontare il problema della sosta a Milano o Roma precise indicazioni sui costi, sugli orari e sulle sanzioni. Milano capitale dell'economia, del car sharing e, insieme a Roma, delle flotte aziendali, è diventata anche la capitale italiana della sosta 'a peso d'oro'. Le tariffe nel centro storico - corso di Porta Romana, corso Europa, corso Italia, corso Magenta, corso Venezia, largo Augusto, largo Victor de Sabata, largo Maria Callas, largo Francesco Richini, piazza Castello, piazza Edison, piazza Mentana, piazza Quasimodo, piazza Santo Stefano, via Correnti, via dei Giardini, via Fatebenefratelli, Foro Buonaparte, via Larga, via Manzoni, via Mercato, via Molino delle Armi - sono aumentate da 2 a 3 euro all'ora per le prime 2 ore, e a 4,50 euro per le ore successive. Il costo della sosta sulle strisce blu è aumentato anche per la sera: 3 euro all'ora per i primi 120 minuti, poi gratis fino alla 8 del mattino. Fuori dal centro città la situazione non cambia granché: nella fascia tra la Cerchia dei Bastioni e quella filotranviaria, a breve passerà da 1,20 a 2 euro all'ora.

E nell'area più periferica da 0,80 a 1,20 euro. A Milano in caso di mancato pagamento le multe fioccano: con una media di otto contravvenzioni comminate al minuto (se si parcheggia nelle strisce blu senza esporre il talloncino la sanzione è di 41 euro).

Un bel guadagno - scrive Fleet Magazine - per le casse comunali, anche considerando le fasce orarie del pedaggio. In alcune zone della città, le strisce blu rimangono attive dalle 8 alle 13 solo nei giorni feriali, in altre dalle 8 alle 19. Nel centro storico, invece, valgono tutti i giorni, dalle 8 alle 24.

Rispetto a Milano, parcheggiare a Roma è meno caro. Nella capitale le tariffe parlano di 1,20 euro nelle zone della Ztl, e 1 euro all'ora al di fuori della zona a traffico limitato.Per le soste entro i 15 minuti è prevista una tariffa agevolata di 0,20 euro. Fleet Magazine sottolinea che le strisce blu sono al centro di un vero e proprio pasticcio a livello nazionale. Secondo il Ministero, infatti, nelle aree di sosta a pagamento non si potrebbe sanzionare il divieto se il veicolo resta parcheggiato oltre il tempo 'acquistato' e si dovrebbe pagare solo la differenza per le ore in più. In realtà, però, la sanzione che punisce il divieto di sosta delle auto parcheggiate sulle strisce blu oltre il termine previsto dal tagliando è una prassi diffusa in ogni Comune. Un motivo in più che rende i parcheggi a pagamento un vero e proprio spauracchio per chi utilizza l'auto per lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA