Honda, raggiunti 400 milioni di moto prodotte nel mondo

Casa giapponese oggi ha 35 fabbriche sparse in 25 paesi

Redazione ANSA MILANO

Settant'anni dopo la prima D-Type prodotta nel 1949, Honda ha celebrato nei giorni scorsi il raggiungimento della produzione di 400 milioni di motoveicoli in tutto il mondo. Honda è stata fondata nel 1948 e la produzione di massa di motocicli fuori dal Giappone è stata inaugurata per la prima volta in Belgio nel 1963. Da allora Honda, nel corso della sua storia, ha costantemente ampliato la propria produzione e il numero di impianti produttivi, arrivando ad avere 35 fabbriche in 25 paesi diversi tra Europa, Asia, Africa, Nord America e Sud America. Attualmente la casa giapponese produce un'ampia gamma di moto e scooter per il mercato mondiale: scooter 50 cc come il Dunk, performanti moto da cross come la CRF450R, icone Touring come la GL1800 Gold Wing, moto leggendarie come la CRF1100L Africa Twin, supersportive nate per 'correre' come la nuovissima CBR1000 RR-R Fireblade da 217 CV.

Sin dalla sua Fondazione, Honda ha prodotto e sviluppato motoveicoli sulla base delle richieste del mercato e rispettando il principio per cui "scopo ultimo della tecnologia è quello di aiutare le persone". Ciò ha permesso alla Casa dell'Ala di raggiungere il traguardo di 100 milioni di unità prodotte nel 1997, 300 milioni nel 2014 e 400 milioni oggi. Nel 2018 Honda ha raggiunto, per la prima volta nella sua storia, la produzione di 20 milioni di veicoli annui garantendo costantemente massima assistenza e supporto a tutti i suoi clienti in giro per il mondo, in quanto rispetta la visione con orizzonte 2030 di servire la sua audience globale con "gioia di espandere il potenziale di vita delle persone". "Per oltre 70 anni - ha detto Takahiro Hachigo, Chief Executive Officer di Honda Motor - Honda ha offerto ai clienti di tutto il mondo motocicli che rendessero la loro vita più semplice e divertente. Il risultato di ciò è stato raggiungere l'incredibile traguardo di 400 milioni di unità prodotte in così poco tempo. E di questo voglio ringraziare tutti i nostri clienti e dipendenti coinvolti nello sviluppo, nella produzione, nella vendita e nell'assistenza di tutti i nostri prodotti. Continueremo ad impegnarci sempre al massimo per offrire motoveicoli che siano in grado di soddisfare i desideri e le esigenze delle persone".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie