Nasce Ford Trucks, Spa con 4 azionisti: importerà l'F-Max

Il veicolo vincitore del premio International Truck of the year

Redazione ANSA ROMA

Ford Trucks sbarca in Italia. Nell'ottica di una strategia di ampliamento della presenza sul mercato europeo - che ha coinvolto per primi i Paesi Baltici per arrivare più recentemente alla Spagna e al Portogallo - il produttore americano mira a raggiungere una copertura del vecchio continente quasi completa. In particolare, l'Italia rappresenta un Paese chiave per Ford Trucks: nel 2018 il mercato italiano degli autocarri (mezzi pesanti oltre le 3,5 tonnellate) ha fatto registrare una crescita del 5,1% in termini di immatricolazioni.

Nasce da qui l'esigenza per Ford Otosan, la filiale turca del costruttore americano che coordina l'espansione in Europa, di selezionare il partner più adeguato.

La scelta è caduta su F-Trucks Italia, una società per azioni il cui capitale è distribuito in quattro parti: le prime tre, tutte al 31 per cento, sono sottoscritte rispettivamente da Maurelli Group, azienda leader nel settore truck, da VFM Company, gruppo che si occupa del segmento del noleggio di veicoli industriali e commerciali, e da Storti Group, insieme di società che spaziano dal trasporto siderurgico a quello fluviale, dal servizio di logistica ferroviaria alla manutenzione tramite officina e alla concessionaria. La quarta, pari al 7 per cento, è detenuta da Edoardo Gorlero. Tutte figure e nomi noti nel mondo del trasporto, che hanno unito forze e competenze, nei rispettivi settori di appartenenza, per dare vita a questo progetto. A dirigere la neonata F-Trucks Italia sono stati scelti Massimiliano Calcinai, figura molto conosciuta negli ambienti del trasporto, nel ruolo di amministratore delegato, e Giacomo Maurelli, amministratore unico del Gruppo Maurelli, in qualità di presidente del Cda.

F-Trucks Italia importerà nel nostro Paese l'F-MAX, vincitore del premio International Truck of the Year 2019. Questo veicolo rappresenta il top dell'innovazione e della qualità. Dotato del nuovo motore Ford Eco Torq e di un nuovo cambio realizzato in Turchia con un investimento milionario, l'ultimo gigante di casa Ford è anche caratterizzato da una nuova cabina con dotazioni tecnologiche all'avanguardia e realizzata con il contributo di diverse aziende italiane. F-Max è dotato del sistema ConnectTruck che offre diversi vantaggi, tra i quali la possibilità di monitorare il veicolo da remoto utilizzando un apposito software per la diagnostica; una speciale mappa topografica consente a F-Max di analizzare le condizioni stradali e muoversi a velocità ottimali riducendo il consumo di carburante fino al 4%. L'F-Max offre al guidatore un'assistenza importante grazie ad una serie di dispositivi come l'Adaptive Cruise Control, il Predictive Cruise Control con scelte di velocità ottimali, l'Advanced Emergency Brake System, l'Hill Launch Assist, il Lane Departure Warning, l'Adjustable Speed Limiter Device e l'Electronic Stability Control. Il display cluster a colori da 8 pollici consente di visualizzare sullo stesso schermo qualsiasi dato, dalla pressione dei pneumatici allo stato della temperatura. Gli interruttori posizionati sul volante permettono al guidatore di navigare tra i diversi cluster screen. Insomma, una dotazione tecnologica decisamente all'avanguardia che promette un'esperienza di guida estremamente gradevole e sicura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie