Fca: a Melfi la produzione green di Jeep

Entro metà 2020 arrivano Renegade e Compass in versione plug in

Redazione ANSA MELFI

Saranno prodotte a Melfi, lo stabilimento più moderno e tecnologico di Fca, i modelli green di Jeep per l'Europa. Arriveranno entro la metà del 2020 le versioni plug in di Renegade e Compass. Sono le prime ibride del gruppo in Europa, dove verranno lanciate in tutti i mercati quasi contemporaneamente. È un altro tassello previsto dal piano da 5 miliardi di euro per gli stabilimenti italiani annunciato a novembre dell'anno scorso, che prevede anche la 500 elettrica a Mirafiori, il Ducato alla Sevel, l'Alfa Romeo Tonale a Pomigliano e i nuovi modelli Maserati.

La Compass tradizionale continuerà a essere prodotta in Messico, Brasile, Cina e India, oltre che a Melfi (dal primo trimestre 2020), mentre le ibride Renegade e Compass saranno prodotte solo nello stabilimento lucano. "Con Compass abbiamo aumentato in un anno le vendite del 48%. In Emea ne abbiamo venduto nel 2018 più di 78.000, oltre il 40% dei volumi totali di Jeep in Europa. È stato il bestseller del brand in Europa. Quest'anno ha continuato a crescere e ha superato a fine settembre le 58.000 unità", ha spiegato Marco Pigozzi, responsabile del prodotto Jeep in Emea. "Renegade e Compass sono due modelli Jeep globali venduti in oltre 80 Paesi". Sempre a Melfi potrebbe nascere la 500X plug-in: "Stiamo valutando la possibilità di farla, sarebbe possibile perché l'architettura è la stessa di Renegade e Compass. Non è ancora deciso", ha aggiunto Roberto di Stefano, responsabile e-Mobility Emea di Fca.

Fca: a Melfi l'operaio di talento insegna a fare auto green
Nel 2018 passate dalla Plant Academy 5 mila idee
Passa dalla Plant Academy, creata nel 2015 nello stabilimento di Melfi, il processo di elettrificazione di Fca. Si tratta di una vera e propria fabbrica di talenti e di idee, con una grande attenzione alle potenzialità delle persone: ci sono ragazzi che hanno iniziato come operai pochi anni fa e oggi sono in una posizione di leadership, come Antonio Tartarisco, 30 anni, assunto nel 2015 e oggi, dopo diversi step, diventato responsabile dell'industrializzazione dei nuovi prodotti. Ha fatto esperienze a Detroit, in Turchia e in Spagna e oggi a Melfi insegna come si producono i modelli ibridi. "L'obiettivo è individuare nuovi talenti e predisporre per loro percorsi di crescita: fino a oggi sono stati messi a punto 119 percorso di crescita concretizzati in oltre 300 moduli formativi. Solo nel 2018 sono state presentate e discusse 5.000 idee", ha spiegato Alfredo Leggero responsabile Mass Market Emea durante l'evento per i 25 anni della fabbrica di Melfi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA