Skoda, semestre in calo causa contrazione mercato cinese

Bene in Europa, Germania secondo mercato più forte per il brand

Redazione ANSA ROMA

Sono 620.900 i veicoli Skoda consegnati in tutto il mondo durante la prima metà del 2019, con un calo del 4.9% rispetto allo stesso periodo nel 2018 (gennaio-giugno 2018: 652.700 veicoli).

Il ribasso - secondo quanto si legge in una nota diffusa dalla casa automobilistica - sarebbe da addebitare alla situazione ''complicata'' del mercato automobilistico cinese. Negli altri mercati, la casa boema ha consegnato 495.000 veicoli nei sei mesi, aumentando quindi le relative consegne dell'1.6%.

A giugno la Skoda ha registrato 112.500 consegne, mostrando una crescita significativa soprattutto in Europa. Il suv compatto Skoda Karoq è stato il principale elemento di crescita della prima metà dell'anno.

Nel dettaglio, in Europa Occidentale, Skoda ha consegnato 275.700 veicoli durante la prima metà dell'anno, una crescita del 3.2% rispetto allo stesso periodo del 2018 (gennaio-giugno 2018: 267.100 veicoli). A giugno, la crescita è stata moderata con la consegna di 49.700 veicoli (giugno 2018: 49.400 auto, +0.5%). Nel suo secondo mercato più forte, la Germania, la casa automobilistica boema ha consegnato un totale di 99.000 auto nei primi sei mesi dell'anno, superando il risultato dell'anno scorso del 6.5% (prima metà del 2018 a 93.000 veicoli), mentre in Italia, il brand ha immatricolato nei primi sei mesi 14.848 auto, collocandosi sostanzialmente sul livello del 2018. In Europa centrale, la casa boema ha consegnato 110.400 veicoli nei primi sei mesi mentre nell'Est Europa (esclusa Russia) le consegne della prima metà dell'anno sono aumentate dell'8,3%. In Russia, la produzione automobilistica ha raggiunto una crescita del 9.6% con 39.800 consegne durante i primi sei mesi dell'anno mentre nel mercato singolo più grande del brand, la Cina, Skoda ha consegnato 125.900 veicoli (gennaio-giugno 2018: 165.500 consegne, -23.9%) riflettendo il trend dell'intero mercato automobilistico cinese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA