FCA nuovamente inclusa nel Dow Jones Sustainability Index

Punteggio di 87/100, mentre media settore automotive è 54/100

Redazione ANSA

ROMA - Fiat Chrysler Automobiles è stata nuovamente inclusa nel prestigioso Dow Jones Sustainability Index (DJSI) World. Il Gruppo ha ottenuto un punteggio di 87/100, ben più elevato rispetto alla media delle aziende del settore automobilistico - pari a 54/100 - che sono state valutate da RobecoSAM, società specializzata in investimenti sostenibili. I risultati conseguiti negli ambiti economico, ambientale e sociale - si legge nella nota - collocano FCA tra le aziende leader a livello mondiale e riflettono gli sforzi compiuti dal Gruppo per sostenere la transizione verso un'economia circolare.

L'inclusione nell'Indice DJSI World è limitata alle aziende riconosciute best in class in ambito di sostenibilità. Le aziende del settore automobilistico invitate a partecipare da RobecoSAM sono state 36 e solo 4 quelle ammesse nell'Indice DJSI World. FCA, ricorda la nota, ha ottenuto il miglior punteggio fra le aziende del settore per la strategia nella lotta ai cambiamenti climatici, nel reporting ambientale, nella gestione del brand e della catena di fornitura, e complessivamente nella dimensione sociale, che include anche aspetti quali la capacità di attrarre e trattenere i migliori talenti e lo sviluppo del capitale umano. FCA ha continuato a registrare importanti risultati nel 2015 e nel 2016, dimostrando la sua capacità di costruttore automobilistico mondiale e responsabile. Da sottolineare, in questo ambito, il debutto di Chrysler Pacifica Hybrid, primo minivan ibrido del settore, e la nomina di Jeep Grand Cherokee EcoDiesel a 2015 Green SUV of the Year da parte di Green Car Journal. FCA, ricorda il comunicato del Gruppo, ha la leadership in Europa per i veicoli a metano, con una quota di mercato di circa il 50%, ed ha aumentato gli investimenti in Ricerca e Sviluppo, che sono arrivati nel 2015 a 4,1 miliardi di euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA