Da Scania motore V8 che va a biometano prodotto dai rifiuti

Sarà utilizzato per la produzione di energia, sviluppa 320 kW

Redazione ANSA ROMA

 La Scania ha presentato un nuovo propulsore per la produzione di energia elettrica, alimentabile con biometano prodotto da rifiuti organici, che promette una riduzione del 90% delle emissioni di CO% rispetto all'impiego di un'equivalente unità a gasolio. Il favorevole rapporto ambientale tiene conto sia dell'efficienza del motore V8 di 16 litri capace di sviluppare 320 kW di potenza per uso continuo, sia del favorevole bilancio nelle emissioni che si crea dalla raffinazione del combustibile gas Scania OC16, prodotto dai materiali di scarto, quindi rinnovabile, completamente naturale e sostenibile.

In merito a questo nuovo tipo di carburante, dalla Casa svedese chiariscono: ''è generato da un mix di gas prodotto dalla decomposizione di sostanze organiche, trasformate in liquami, fanghi di depurazione e residui alimentari. Grazie ad una riduzione fino al 90% delle emissioni di CO2, una migliore qualità dell'aria con meno emissioni di particolato e costi operativi inferiori rispetto alla quantità equivalente di gasolio, gli aspetti di sostenibilità del biogas sono importanti e ragguardevoli''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA