Audi a fianco di Yacht Club Costa Smeralda per 'One Ocean'

Strategia per mobilità sostenibile positiva anche per i mari

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Audi Italia ha annunciato la sua partecipazione come partner al progetto One Ocean, assieme allo Yacht Club Costa Smeralda, a sostegno della salvaguardia dell'ambiente marino. Come ha annunciato a Milano Fabrizio Longo, direttore generale Audi Italia, questa collaborazione con One Ocean - che è stato sviluppato sui quattro temi portant Marine Litter & Pollution, Climate and Global Changes, Blue Technologies e Ocean Literacy - e che punta alla diffusione di una cultura che permetta la comprensione dell'influenza che l'oceano ha sulla nostra vita e l'influenza che le nostre scelte e le nostre azioni hanno sulle acque, corrisponde perfettamente agli obiettivi di Audi che pone al centro della propria strategia l'uomo e la sua interazione con l'ambiente circostante. Audi, ha sottolineato Longo, sta tracciando la propria strada verso la sostenibilità attraverso programmi che prevedono la riduzione di peso dei modelli in gamma, l'incremento dell'efficienza dei propulsori tradizionali, la produzione di combustibili alternativi a basso impatto ambientale, l'elettrificazione della gamma prodotti e gli applicativi digitali di interfaccia con le infrastrutture per incrementare l'efficienza dei propri veicoli. Attualmente la gamma Audi include due modelli con tecnologia ibrida plug-in, Audi A3 e-tron e la Audi Q7 e-tron. A fine anno sarà introdotta la nuova Audi A8: prima vettura Audi con tecnologia mild hybrid e prima auto di serie al mondo ad essere stata sviluppata per la guida altamente automatizzata di Livello 3. Nel 2018 Audi avvierà la produzione in serie del suo primo suv puramente elettrico: l'Audi e-tron. Entro il 2020 tre modelli completamente elettrici saranno presenti in gamma. A partire dal 2021 verrà lanciata una nuova vettura elettrificata ogni anno ed entro il 2025 sarà presente almeno una versione elettrificata per ogni gamma di prodotto.

L'One Ocean Forum dello Yacht Club Costa Smeralda - con cui Audi è legata da una pluriennale e intensa collaborazione - è focalizzato su conservazione e salvaguardia dell'ambiente marino. In questo processo, un provider di mobilità come la Casa dei Quattro Anelli ha un ruolo chiave poiché l'80% dell'inquinamento presente in mare è conseguenza di comportamenti che avvengono sulla terra ferma. Al fine di sostenere la diffusione di auto a zero impatto, Audi ha stretto accordi con fornitori di energia elettrica e con altre Case automobilistiche per sviluppare infrastrutture di ricarica. Accanto alla partecipazione al progetto EVA+ per la realizzazione assieme ad Enel e Verbund di un'infrastruttura di ricarica veloce lungo le strade e autostrade di Italia e Austria, Audi AG è parte del protocollo d'intesa con Porsche, Bmw Group, Daimler AG e Ford Motor Company finalizzato a creare la rete di ricarica ad alta velocità più grande d'Europa.

L'obiettivo è la realizzazione entro il 2020 di migliaia di stazioni di ricarica ultra-veloce per consentire viaggi a lungo raggio ai veicoli 100% elettrici. Inoltre, a livello nazionale, Audi Italia ha recentemente sviluppato una rete di punti di ricarica elettrica presso i propri touch points in Costa Smeralda, Alta Badia e Madonna di Campiglio. Se da un lato la Casa di Ingolstadt guarda al prossimo futuro con l'elettrificazione, dall'altro risponde alle esigenze della mobilità di oggi con lo sviluppo di propulsori tradizionali a più elevata efficienza e con l'ampliamento della gamma di vetture alimentate a gas naturale. Audi ha così affiancato alla compatta A3 g-tron, le nuove A4 e A5 g-tron creando di fatto la prima gamma di auto premium a metano sul mercato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA