La mobilità futura,tra auto elettriche e app per il traffico

Entro 2025 elettrificato il 15% delle nuove immatricolazioni

Redazione ANSA

RIMINI - Le auto a zero emissioni, in particolare quelle elettriche, saranno uno dei pilastri della mobilità sostenibile del futuro. "Entro il 2025 il 15% complessivo dei mezzi di trasporto di nuova immatricolazione avrà una componente elettrica", ha sottolinearlo è stato Gabriele Aimone Cat di Bosch Italia, nel corso della "main conference" di Ecomondo, organizzata da "H2R - Mobility for sustainability" alla Fiera di Rimini. All'evento, dal titolo "Cos'è la sostenibilità", moderato da Fabio Orecchini, si è parlato anche delle reali opportunità dell'economia sostenibile: riduzione dei materiali da smaltire e loro riutilizzabilità, risparmi energetici, limitazioni delle emissioni di CO2. Per adattare l'utilizzo dell'auto in base ai flussi del traffico, poi, Ford sta mettendo a punto anche un'app che proprio in base al traffico suggerisca un percorso intermodale per affiancare alla macchina altri mezzi di trasporto, come bici o treno, che permettano di raggiungere la propria destinazione nel più breve tempo possibile.

Al centro del dibattito, ci sono state inoltre le prospettive future di mobilità legate all'aumento del numero delle megalopoli. Al riguardo Gabriele Aimone Cat ha sottolineato: "Il mondo sta cambiando velocemente e la mobilità con esso. La popolazione sta invecchiando e si sposta sempre di più nei centri urbani: nei prossimi anni 5 miliardi di persone vivranno in città e l'auto elettrica, a guida automatica e connessa sarà un elemento centrale della mobilità del futuro". Andrea Del Campo di Ford Italia ha poi proseguito: "Entro il 2025 ci saranno più di 40 megalopoli con oltre 10 milioni di abitanti. Si assisterà a una trasformazione sociale ed economica. In questo quadro il rischio sarà rimanere sommersi dal traffico. Nelle 'smart cities' del futuro è importante che i cittadini 'smart' abbiano l'efficienza come priorità: è un discorso culturale che deve essere affiancato da una tecnologia accessibile e la connettività per noi è la base per una mobilità sostenibile. Per questo Ford ha programmato 25 esperimenti sparsi per il mondo, tutti accomunati dal concetto di connettività, che creeranno le basi per l'evoluzione del sistema globale dei trasporti, perché non tutte le metropoli propongono le stesse sfide per la mobilità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA