Due ruote, un acquirente su sei è donna, +32% in 4 anni

La moto si usa per andare a lavoro, non solo per svago

Redazione ANSA

ROMA - Chi ha detto che le due ruote sono 'affare da uomo? Uno su sei acquirenti di motocicli nuovi nel 2017 (per la precisione il 16,6% sul totale) è donna. Le donne che hanno acquistato un motociclo negli ultimi cinque anni (e cioè dal 2013 al 2017) sono aumentate del 32,4%.

È una vera e propria inversione di tendenza quella riportata da un'elaborazione del centro studi Continental su base Aci e Istat e resa pubblica in occasione dell'apertura dell'Eicma, il salone dedicato proprio alle due ruote in corso a Milano. Diversi gli usi che il pubblico femminile fa dei mezzi a motore a due ruote, non solo per svago ma anche per motivi di lavoro. I dati più recenti resi noti dall'Istat (che si riferiscono al 2017) consentono di ottenere alcune informazioni sulla condizione professionale delle donne che utilizzano abitualmente motocicli e ciclomotori per recarsi al lavoro.

Secondo questi dati il 53,4% delle donne che si recano al lavoro con motocicli o ciclomotori appartengono alla categoria 'quadri e impiegati'; il 25,9% alla categoria 'operaio e apprendista'; il 12,6% alla categoria 'dirigenti, imprenditori e liberi professionistiì; l'8,1%, infine, appartiene alla categoria 'lavoratore in proprio, coadiuvante familiare'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA