Con Zig Zag a Milano lo scooter elettrico è condiviso

Due ruote green disponibili da ottobre, a seguire Roma e Torino

Redazione ANSA MILANO

MILANO - Si è trasformata in una proposta ibrida, in parte a benzina e in parte elettrica, l'avventura milanese di Zig Zag, operatore attivo nella mobilità condivisa che dallo scorso aprile è presente in città con degli scooter.

Da ottobre, infatti, entrano in servizio i primi 30 Etropolis a zero emissioni: hanno sino a 100 km di autonomia di percorrenza per ciclo di ricarica e le loro batterie si riforniscono completamente in quattro ore. Entro breve ne saranno schierati 120. Nel parco meneghino di Zig Zag si affiancano al centinaio di Yamaha Tricity a benzina, già operativi da oltre sei mesi, mezzi a tre ruote con le anteriori gemellate che abbinano, quindi, la praticità della moto a un elevato standard di sicurezza, anche con fondo a scarsa aderenza. L'iniziativa di scooter elettrici condivisi, presentata nel cuore della metropoli lombarda, è destinata a essere estesa anche alle strade di Roma e di Torino. Per la clientela la scelta 'green' è più conveniente rispetto a quella a benzina: la tariffa per gli Etropolis è infatti di 25 centesimi al minuto contro i 29 centesimi richiesti per il Tricity. A livello orario il risparmio è evidente: 9,90 euro contro 14,90 euro.

Forte di 300.000 noleggi per un totale di 1.500.000 km percorsi sul territorio italiano, Zig Zag compie quindi ora una svolta ecologica che è accompagnata dall'introduzione di un sistema di gestione della flotta EV basato sull'intelligenza artificiale, in grado di incentivare con dei premi gli utilizzatori, spingendoli a posteggiare in determinate aree della città.

Il servizio è utilizzabile sia da chi possiede la patente A sia la B, previa registrazione gratuita sul sito Internet www.zigzagsharing.com o scaricando sul proprio smartphone l'app specifica (disponibile sia per telefonini con sistema operativo Android sia IOS). Dopo aver prenotato lo scooter più vicino alla propria posizione e averlo raggiunto, si digita un codice che nello scooter termico sblocca la sella e in quello elettrico il bauletto, dove sono riposti due caschi e relativi cuffiette protettive monouso. L'entrata in servizio dei primi scooter elettrici di Zig Zag è stata annunciata ieri con una conferenza stampa a Palazzo Marino, sede del comune, alla presenza di Marco Granelli, assessore cittadino alla Mobilità e Ambiente, che ha dichiarato: "Siamo molto contenti di questa innovazione. Tutta la sharing mobility a Milano sta andando molto bene ma non nascondiamo la nostra predilezione per i mezzi sostenibili".

Nell'occasione, Emanuele Grazioli e Diego Rocca, fondatori di Zig Zag, hanno chiarito: "Il lancio del servizio con i veicoli elettrici avviene in parallelo con il rilascio del primo step di intelligenza artificiale. I nostri clienti avranno la possibilità di movimentare la flotta secondo le proprie esigenze e riceveranno in compenso minuti gratuiti di noleggio. In futuro, ci sarà anche l'opportunità per gli iscritti di guadagnare bonus in euro, sia attraverso l'operatività di Zig Zag sia utilizzando gli scooter".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA