ZF apre terzo centro R&D Cina per supportare clienti locali

Con i due impianti di Shanghai svilupperà mobilitò del futuro

Redazione ANSA ROMA

Con un investimento di circa 90 milioni di euro, ZF Friedrichshafen AG - il grande Gruppo tedesco della componentistica - realizzerà a Guangzhou, nel sud della Cina, entro il 2023 il suo terzo centro di ricerca e sviluppo cinese.

Questo impianto, per la cui costruzione è stato firmato un accordo tra i rappresentanti di ZF e le autorità locali, si affiancherà ai due centri R&D in Cina, situati entrambi a Shanghai. Focalizzati rispettivamente sullo sviluppo della tecnologia di sicurezza attiva e passiva e sulla tecnologia per le trasmissioni e il telaio, i due centri supportano i clienti di ZF in tutta la regione Asia-Pacifico. Nel frattempo, la forte espansione delle tecnologie future, quali la guida automatizzata e la mobilità elettrica, ha creato una domanda supplementare di capacità ingegneristiche, che ZF sta affrontando con la creazione di un centro di ricerca e sviluppo a Guangzhou. ''La decisione di costruire un terzo centro di sviluppo in Cina - ha detto Holger Klein, membro del board di ZF con responsabilità per l'area Asia-Pacifico - è di grande importanza e conferma l'obiettivo strategico di ZF di un'ulteriore espansione nel più grande mercato automotive a livello globale.

Il nuovo centro svilupperà tecnologie chiave e soluzioni di sistema per ZF, che potremo utilizzare anche in altri mercati ''. Il nuovo centro di ricerca e sviluppo di Guangzhou, che seguirà aspetti come lo sviluppo dei software e delle tecnologie per la mobilità del futuro, ospiterà anche una filiale dei centri di ricerca e sviluppo con sede a Shanghai, per servire in modo ottimale i clienti nel sud della Cina. Insieme, i tre centri R&D di ZF in Cina saranno in grado di offrire ai clienti automotive soluzioni di sistema complete, che spaziano dal software all'hardware, contribuendo così a una mobilità di nuova generazione pulita, sicura e conveniente. L'insediamento a Guangzhou segue anche l'approccio di ZF di localizzare le attività di ricerca e sviluppo direttamente nel mercato di riferimento e di adattarsi velocemente alle tendenze del settore in termini di elettrificazione, automazione, connettività e servizi di mobilità in Cina. ZF è presente in Cina dal 1981. L'espansione del business in Cina è un importante obiettivo della strategia di ZF per la Next Generation Mobility. ZF gestisce circa 40 stabilimenti produttivi in Cina, che rappresentano tutte le divisioni; il quartier generale per la regione Asia- Pacifico e due centri di ricerca e sviluppo si trovano a Shanghai. Nel 2018, in Cina, ZF ha generato un fatturato di 6,2 miliardi di euro con 14.800 dipendenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA