Da Goodyear ecco Aero, prima ruota-rotore per auto volanti

Concept presentato a Ginevra, è dotato di micro pale sui fianchi

Redazione ANSA GINEVRA

Ad osservare la nuova ruota-rotore Aero, esposta in anteprima mondiale a Ginevra, il futuro della mobilità privata appare tutt'altro che scontata. Le nuove tecnologie sono in grado di far scatenare la fantasia e la genialità dei progettisti e, passando allo stand del Costruttore americano di pneumatici c'è da rimanere stupefatti. Il sistema proposto come concept è infatti una ruota per veicoli decisamente speciale: dotata di battistrada, molto stretto, prevede sul fianco della struttura decine di ali che all'occorrenza possono trasformarsi in pale, con funzioni simili a quelle svolte dai rotori degli elicotteri, per permettere il sollevamento del veicolo e farlo decollare, volare e riatterrare a destinazione. In una video simulazione viene spiegato il meccanismo di funzionamento: l'auto è in marcia lungo una strada trafficata, per evitare l'ingorgo il conducente aziona l'opzione volo, una delle ruote collegate a sospensioni a braccio telescopico si piega, si solleva e inizia a ruotare orizzontalmente al piano stradale. Crea così uno spostamento d'aria che inizia a sollevare il veicolo che poi alza le altre ruote e sfreccia nell'aria. Fantascenza, per ora forse sì, intanto le prime auto volanti sono già in fase di sperimentazione avanzata e anche il concept Aero di pneumatico-elica esposto al Palexpo è già realtà.

In proposito, Elena Versari, general manager consumer della Filiale italiana della multinazionale statunitense, chiarisce: "i concept sono proposti per alimentare il dibattito sulla mobilità del futuro e, in particolare, sul legame tra i pneumatici e le altre tecnologie che stanno emergendo nell'ecosistema dei trasporti. Per oltre 120 anni, con straordinario impegno, Goodyear ha lanciato sul mercato innovazioni destinate a rivoluzionare il mondo della mobilità, collaborando con i pionieri che sono stati all'origine dei cambiamenti e delle scoperte nei trasporti. Sempre di più, le aziende guardano al cielo per affrontare le sfide del trasporto e del traffico urbano. Per questo motivo, il nostro lavoro sulla struttura delle gomme e sui materiali più all'avanguardia ci ha portato a immaginare una ruota che potesse servire come pneumatico tradizionale su strada e come sistema di propulsione in cielo".

Molte le caratteristiche innovative del progetto Aero che potrebbero trovare applicazioni anche sulle automobili di tutti i giorni. Tra questi vale la pena citare la struttura non pneumatica, necessaria in quanto le razze del concept offrono un supporto per sostenere il peso del veicolo e agiscono come le pale di un'elica per sollevare il mezzo quando il pneumatico è inclinato. Questa speciale struttura è abbastanza flessibile da ammortizzare gli urti nella guida su strada ed è abbastanza resistente da ruotare alla velocità necessaria ai rotori per creare il sollevamento verticale. I sensori ottici in fibra ottica, di cui è dotato il sistema ruota-rotore, permettono di monitorare le condizioni stradali, nonché l'usura e l'integrità strutturale del pneumatico. C'è, quindi, il capitolo intelligenza artificiale: il concept presenta al suo interno un processore che associa le informazioni ricevute dal sensore del pneumatico con i dati derivanti dalla comunicazione tra i veicoli e tra veicolo e infrastruttura, li analizza per consigliare al mezzo delle azioni appropriate, permettendo al veicolo di adattarsi alla modalità di volo o stradale, oltre che per individuare e risolvere potenziali problemi legati ai pneumatici prima che si verifichino. Infine, più futuristico, è il discorso propulsione magnetica: il concept AERO è pensato per utilizzare la forza magnetica per fornire una propulsione senza attrito, come già avviene con i treni a levitazione magnetica, fatto che permetterebbe di raggiungere le elevate velocità di rotazione necessarie per guidare il veicolo su terra e, quando la ruota è inclinata, solleverebbe il veicolo in aria spingendolo in avanti.

Se Aero, sottolineano dall'Ohio, "è un progetto meramente concettuale, alcune delle sue tecnologie, come la struttura non pneumatica e il potenziale del pneumatico intelligente sono elementi che Goodyear sta già testando e sviluppando, mentre altre potrebbero costituire la base di nuove idee e potenzialmente nuovi prodotti in futuro".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA