Peugeot 508, la preferita tra le berline 'generaliste'

Scelta anche station wagon con motore Diesel BluHDI 160

Redazione ANSA ROMA

Successo per Peugeot 508 che nel 2019 ha conquistato il mercato italiano guadagnando il gradino più alto del podio nel segmento delle berline tra i brand generalisti. Un riscontro positivo che si è rafforzato con l'arrivo in gamma della versione station wagon, molto apprezzata nel nostro Paese. Il mix vincente è confermato dal design, preferito anche nella carrozzeria 'familiare', e dalla tecnologia grazie all'impiego di sistemi di assistenza alla guida tra i più avanzati della categoria. A questo si aggiunge il comfort, ulteriormente esaltato grazie alla disponibilità delle sospensioni a smorzamento pilotato (Adaptive Suspension Control) e una gamma di motorizzazioni ampia tra cui spicca il Diesel BlueHDi 160. Un motore centrale, molto apprezzato da chi vuole coniugare prestazioni a consumi contenuti e costi di esercizio ridotti rispetto a potenze ormai prossime ai 200 CV, come spesso accade nel segmento. Un motore che viene abbinato di serie al cambio automatico EAT8 ad 8 rapporti (163 CV a 3.750 giri e 400 Nm di coppia massima a soli 2.000 giri). Fluido, rotondo, ma anche vigoroso nell'erogazione, questo motore sa sfruttare al meglio le caratteristiche del telaio di 508, grazie anche alla presenza delle sospensioni posteriori Multi-Link, elemento prezioso per alzare l'asticella del piacere di guida. Prestazioni elevate grazie allo 0-100 coperto in 8,4 secondi con una velocità massima di 230 km/h, sa anche essere molto morigerato quanto a consumi ed emissioni, con 4,2 litri/100 km e appena 110 gr CO2/Km. Un propulsore che può esser scelto in abbinamento all'Adaptive Suspention Control, le sospensioni a smorzamento pilotato, in grado di rivelare le differenti anime dell'ammiraglia della casa del Leone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA