La concept car Alfa Romeo Scarabeo allo Château de Compiègne

Progetto del 1966. Motore 4 cilindri, lo stesso della GTA

Redazione ANSA

Fino al 23 marzo 2020 il castello francese di Compiègne ospita la mostra "Concept-car. Beauté pure", un viaggio nel campo del car-design, tra la fine del XIX secolo e gli anni 70 del '900, attraverso l'esposizione di una trentina di automobili, motociclette e veicoli da record - molti dei quali esposti in Europa per la prima volta -nonché un centinaio di fotografie, documenti, bozzetti preparatori e modellini.

Organizzata congiuntamente dall'istituzione culturale statale Réunion des Musées Nationaux - Grand Palais e dal Castello di Compiègne, la rassegna ospita la rarissima Alfa Romeo Scarabeo (1966) abitualmente esposta presso il Museo Storico Alfa Romeo - La macchina del tempo e concessa in prestito da FCA Heritage, il Dipartimento che tutela e promuove la storia dei marchi italiani del Gruppo FCA.

Nel 1966, Giuseppe Busso propone il progetto di una vettura sportiva Alfa Romeo a motore posteriore, ma che utilizzi il motore quattro cilindri della GTA: la Scarabeo. Il propulsore viene installato trasversalmente al posteriore, in blocco con frizione e cambio, mentre il telaio tubolare riprende l'ambiziosa soluzione dei grossi longheroni tubolari ai lati dell'abitacolo, contenenti i serbatoi del carburante. Lo studio della carrozzeria viene affidato alla carrozzeria OSI di Borgaro Torinese: un primo esemplare, con guida a destra, viene presentato al Salone di Parigi nell'ottobre 1966 e successivamente vengono costruiti un secondo prototipo dal disegno semplificato - la vettura attualmente in esposizione a Compiègne - ed una barchetta, che però non viene completata.

"Concept-car. Beauté pure" ripercorre la genesi dell'automobile nella forma che più si avvicina a un oggetto d'arte: la Concept car. Realizzato a partire dagli anni 1930, infatti, questo tipo di veicolo è quasi sempre un esemplare unico, creato per eseguire studi di aerodinamica e di stile o, successivamente, per scopi di promozione commerciale. Tutti i maggiori costruttori e i più celebri progettisti e designer automobilistici hanno realizzato questo tipo di automobile, conosciuto negli Stati Uniti come Dream Car.

Dal 1927 le splendide sale del Palais de Compiègne ospitano il "Musée national de Ia Voiture", il primo museo della storia consacrato alla locomozione, nato su iniziativa del Touring Club di Francia e di un gruppo di carrozzieri francesi. La sua collezione vanta circa quindicimila pezzi - tra automobili, vetture ippomobili, motocicli, fotografie, costumi, finimenti e bagagli - e si è continuamente arricchita grazie a numerose donazioni, depositi e acquisizioni. E la mostra "Concept-car.

Beauté pure" segna l'inizio di una fase di rinnovamento del museo, che si apre ad accogliere il patrimonio automobilistico di tutto il XX secolo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA