Riciclaggio auto rubate, 17 arresti dei Cc nel Napoletano

In pochi mesi per la banda un business da due milioni di euro

Redazione ANSA NAPOLI

Giro d'affari milionario per la banda dedita al riciclaggio di auto rubate, sgominata oggi dai Carabinieri con 17 arresti, di cui 11 ai domiciliari, in esecuzione di un'ordinanza del gip del tribunale di Napoli nord.
    L'attività investigativa, svolta da marzo a novembre dello scorso anno, è stata condotta dai carabinieri di Grumo Nevano, che avevano scoperto all'interno di un capannone in disuso alcuni pezzi di autovetture. Le indagini hanno portato alla scoperta dei malviventi che provvedevano ad acquistare le autovetture provento di furto, a smontarle e cedere i pezzi di ricambio a rivenditori che poi li smistavano agli acquirenti finali. Sequestrate cinque officine a disposizione del sodalizio. Nei sei mesi dell'indagine la banda ha riciclato un centinaio di auto con un business di quasi due milioni di euro.
    Denunciate numerose persone: alcuni acquirenti di pezzi di ricambio, altre per stoccaggio illecito di rifiuti e altre per simulazione di furto di auto che, invece, avevano ceduto volontariamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA