GP Nuvolari 2019 per auto d'epoca, trionfo del Tricolore

Fiat 508 C Anni '30 prima e seconda, terza Alfa 6C 1750 SS1929

Redazione ANSA ROMA

Mentre a Singapore il Tricolore trionfava nella Formula Uno con la doppietta delle Ferrari al primo e secondo posto, a Mantova - nel Gran Premio dedicato al grande Tazio Nuvolari e riservato, come gara di regolarità, alle auto d'epoca - il Made in Italy ha 'replicato' portando due Fiat e una Alfa Romeo salire sui gradini più alti del podio. La 29ma edizione del Gran Premio Nuvolari, partita venerdì mattina da Mantova, si è infatti conclusa con la vittoria dell'equipaggio 72 di Mario Passanante e Raffaella De Alessandrini della Scuderia Franciacorta Motori al volante di una Fiat 508 C del 1937. Una prestazione vittoriosa che giunge a dieci anni esatti dall'edizione 2009 quando Mario Passanante, con la stessa vettura, tagliò per primo il traguardo di Piazza Sordello. ''Meglio di così non poteva andare, sono veramente felice - ha dichiarato Passanante - Ho già vinto il Gran Premio Nuvolari due volte, nel 2008 e nel 2009, e quest'anno siamo finalmente riusciti a ripetere il successo. Per noi appassionati di auto vincere una manifestazione di questo livello ha un valore inestimabile, perché non è facile gestire una vettura di 80 anni per più di 1000 km''. Secondo classificato l'equipaggio 94 formato da Giovanni Moceri e Himara Bottini a bordo di una Fiat 508 C del 1939, auto che, nonostante la grande performance del pilota e del navigatore, non è riuscita a bissare il successo dello scorso anno. Al terzo posto l'equipaggio 34 formato da Andrea Vesco e Manuela Tanghetti con la splendida Alfa Romeo 6C 1750 SS del 1929. A completare il successo del Made in Italy una Fiat 508 C al quinto posto, una Lancia Lambda al sesto e ottavo posto, una Fiat 514 MM al settimo posto e una Fiat 508 SS Coppa d'Oro al nono.


All'edizione di quest'anno del GP Nuvolari si è registrato un numero di presenze record con oltre 300 gli equipaggi arrivati a Mantova, provenienti da Europa, Asia e Australia. 17 i Paesi rappresentati: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Russia, Spagna, Svizzera. 45 le Case automobilistiche in gara: dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Fiat, Lancia, OM e Ferrari alle inglesi Triumph, Jaguar, Aston Martin e Bentley; dalle statunitensi Chrysler e Chevrolet, alle tedesche Mercedes, Bmw e Porsche fino alle francesi Bugatti. Altro record le 95 vetture anteguerra che hanno partecipato alla gara.

Nelle tre tappe gli equipaggi hanno affrontato un percorso di 1025 km in gran parte rinnovato. Nella prima da Mantova a Bologna le auto sono passate lungo le rive del Lago di Garda, le montagne del Baldo e la Pianura Padana. Nella seconda tappa da Bologna a Rimini, hanno attraversato gli scenari unici del centro Italia, i celebri passi appenninici della Raticosa e della Futa e città di straordinaria bellezza come Siena e Arezzo. Infine nella terza tappa conclusiva, da Rimini a Mantova, gli equipaggi sono passati per Faenza, l'Autodromo di Imola Enzo e Dino Ferrari e Ferrara. Organizzata da Mantova Corse, la manifestazione di regolarità è riservata ad automobili d'interesse storico costruite tra il 1919 e il 1972, secondo le normative FIA,FIVA, ACI Storico e ACI Sport. L'evento in onore di Nuvolari è la seconda prova di Epoca Championship, il Campionato Italiano Grandi Eventi di Aci Sport, del quale fanno parte anche la Coppa d'Oro delle Dolomiti che si è svolta dal 18 al 21 luglio, la Targa Florio in programma dal 10 al 13 ottobre e, infine, e la Coppa delle Alpi by 1000 Miglia che si disputerà dal 3 all'8 dicembre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA