Quasi 300mila persone a Milano per partecipare a Street Show

Seconda edizione da record per la kermesse motoristica meneghina

Redazione ANSA MILANO

Grande successo di pubblico per la seconda edizione di Street Show, la kermesse motoristica milanese svoltasi domenica in corso Buenos Aires. Secondo le prime stime fornite dall'organizzazione sono state quasi 300mila persone che hanno partecipato alla festa della mobilità a due e a quattro ruote.



Per tutta la giornata di domenica 16 settembre, la via dello shopping della metropoli lombarda lunga 1,6 km, è stata invasa da appassionati, curiosi e tante famiglie con bambini che hanno passeggiato tra gli stand dell'evento organizzato da Quattroruote. Numerosi gli eventi di contorno agli stand con auto nuove e storiche, tanti sono stati anche per i bambini. Affollatissima fino a sera l'Area Kids dove da provare c'erano monopattini, biciclette, mini moto. C'erano anche mattoncini colorati per realizzare le costruzioni e piste giocattolo. Insomma, 12 ore di festa, accompagnate da spettacoli musicali e acrobazie di stuntman, in cui non sono mancati i momenti di informazione e di approfondimento sulla mobilità.

Oltre ad ammirare bolidi moderni e vetture da film, i ragazzi hanno potuto giocare ai simulatori e assistere a varie iniziative di contorno, tra cui, appunto, la principale, è stata la gara di bellezza per vetture d'antan organizzata nella Heritage Zone.

Colore bianco, completamente originale compresa la targa dell'epoca di Reggio Calabria, è una Iso Isetta del 1954 la vincitrice del premio 'best in show' della seconda edizione di Street Show Milano. La rassegna d'eleganza di Ruote Classiche è stato uno dei momenti clou della manifestazione motoristica che ha animato la centralissima corso Buenos Aires e che ha riscosso un grande successo. Premiata dal pubblico, la Iso Isetta ha svettato su una concorrenza agguerrita e su altri gioielli a motore vincitori di altrettanti premi di categoria, assegnati da una giuria tecnica presieduta da Corrado Lopresto.

Per il raggruppamento "Le Regine della Vernasca Silver Flag" ha prevalso una Fiat 8V del 1954, scelta tra le concorrenti Lancia 037 (1983), Fiat 131 Abarth (1977), Porsche 935 (1976), Siata 636 (1937). Tra "Le Belle di Stresa" successo per una la Fiat X19 del 1971, risultata la più votata in un lotto che comprendeva una Fiat 1200 Trasfor (1958), una VW Combi T2 (1969), una Fiat Coupè 2300S (1965) e una Jaguar MK2 (1976).

Nella la categoria "Dalla N alla R - Un arcobaleno di colori", competizione riservata all'iconico Cinquino, il primo premio è andato a una Fiat 500 R del 1975, scelta tra una 500 L del 1970, una 500 F del 1967, una Fiat 500 D del 1963 e una Fiat 500 N del 1958.

Per le "Grandi Raid", una Alfa Romeo Spider 2000 del 1975 ha dominato sulle altre due partecipanti, una Subaru Libero E12 (1989) e una Trabant P 601 (1991).

Infine, nella selezione le "Marche Milanesi", ha svettato una Isotta Fraschini Tipo 8 Sport Torpedo Castagna del 1966, tra le bellissime Iso Grifo Lusso (1968), Alfa Romeo 6C 2500 Sport Freccia D'Oro (1950), Iso Isetta (1954), Autobianchi Bianchina Cabriolet (1966), Asa 1000 Berlinetta (1965).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA