Ferrari 488 GTE EVO domina categoria alla 24 Ore di Le Mans

Vittoria numero 36 per il Cavallino, con V8 turbo da 500 Cv

Redazione ANSA ROMA

La Ferrari 488 GTE EVO numero 51 - guidata da Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra - della AF Corse ha vinto la 24 Ore di Le Mans 2019 nella categoria LM GTE Pro. E' la 36esima volta che una vettura del Cavallino passa vittoriosa alla bandiera scacchi di fine gara, la 27ma vittoria di classe che si va a sommare alla prestigiose 6 vittorie assolute, la prima delle quali proprio 70 anni quando Luigi Chinetti e Lord Selsdon dominarono la massacrante 24 ore al volante della 166 MM Barchetta Touring. Per la 488 GTE si tratta della prima vittoria in classe GTE-Pro nella classica francese, come del resto per i tre piloti dell'auto numero 51. La vittoria alla Ferrari e al team AF Corse mancava dalla stagione 2014, quando era stata ottenuta con Toni Vilander, Giancarlo Fisichella e Gianmaria Bruni. Podio anche in classe GTE-Am grazie alla 488 GTE di JMW Motorsport con Jeff Segal, Wei Lu e Rodrigo Baptista.

GTE-Pro. ''Come abbiamo sempre dichiarato - ha ricordato Antonello Coletta responsabile di Ferrari Attività Sportive GT - volevamo gareggiare a pari condizioni con gli avversari ed è quello che è successo in questa edizione della 24 Ore di Le Mans. Durante la gara siamo stati in grado di fare vedere quanto talento ci sia dentro la Ferrari e nello splendido gruppo di AF Corse.

Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra sono stati perfetti e hanno saputo massimizzare la strategia messa a punto splendidamente dai nostri tecnici e dagli uomini di Amato Ferrari (il titolare di AF Corse, solo omonimo della celebre Casa automobilistica e del grande Enzo / ndr). Sono estremamente orgoglioso, meritavamo di tornare a vincere questa gara nella classe GTE-Pro da un pezzo e averlo fatto a esattamente 70 anni dalla prima vittoria del 1949 è un ulteriore motivo di gioia.

Chiudiamo questa stagione con il sorriso sulle labbra, anche se ci dispiace per il ritiro della vettura 71, e siamo contenti per i risultati ottenuti in classe GTE-Am. Quanto abbiamo portato a casa oggi ci spinge a dare ancora di più in preparazione per la nuova stagione che prenderà il via a settembre''. La Ferrari 488 GTE è praticamente gemella della GT3 e viene realizzata convertendo questo modello di base con uno specifico kit aerodinamico. Costruita dalla Michelotto Automobili di Padova, monta un motore 4.0 V8 biturbo da 500 Cv GTE, mentre la 488 GT3 arriva a 550 Cv accoppiato al cambio trasversale XTrack.

Nella GTE - come nella GT3 - è presente uno splitter dalle notevoli dimensioni, rialzato al centro per convogliare i flussi nel diffusore posteriore mentre i flap laterali servono a canalizzare al meglio l'aria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA