Formula E, Nissan ai nastri di partenza con Rowland e Buemi

Mattucci: grande opportunità per testare tecnologie

Redazione ANSA ROMA

Dopo aver conquistato il primo podio in Cina, il team Nissan e.dams arriva a Roma per la prima delle cinque tappe europee del campionato di Formula E ABB FIA.
L'e-Prix di Roma sarà seguito dagli appuntamenti di Parigi, Monte Carlo, Monaco, Berlino e Berna, in Svizzera. Il campionato si concluderà a New York a luglio.
Classificandosi al secondo posto nell'ultima tappa di Sanya, in Cina, Oliver Rowland ha portato Nissan ad aggiudicarsi il primo podio di Formula E e la seconda pole position.

Insieme al suo compagno di squadra Sebastien Buemi, darà il via al programma europeo presso il Circuito Cittadino dell'Eur che, con i suoi 2,84 chilometri e 21 curve, è uno dei circuiti più lunghi del calendario di Formula E.
Nissan è l'unica casa automobilistica ad aver conquistato due pole position in questa quinta stagione di Formula E, sempre più competitiva. Fino a oggi, infatti, nelle prime sei gare della stagione si sono susseguiti sei diversi vincitori e sei diversi piloti in pole position.
Attraverso la Formula E, Nissan sta dando prova della potenza e delle prestazioni della sua tecnologia per veicoli elettrici, uno dei pilastri della visione Nissan Intelligent Mobility, di cui Nissan Leaf è l'icona.

La leadership di Nissan nella mobilità elettrica si conferma anche in Italia, con Nissan Leaf e Nissan e-NV200. Nel 2018 Nissan ha raggiunto una quota di mercato nel segmento veicoli elettrici del 35%. Nissan in Italia ha aperto la strada all'elettrificazione con lo sviluppo e l'implementazione di veicoli a zero emissioni, infrastrutture di ricarica e soluzioni di mobilità elettrica.
''Siamo arrivati quest'anno nell'ambito della Formula E ed è importante sfruttare questo evento globale come veicolo per comunicare il modello di mobilità che abbiamo in mente - ha detto il presidente e ad di Nissan Italia, Bruno Mattucci - . La Formula E diventa così un 'media' attraverso il quale possiamo dire che l'elettrico può essere un modello di mobilità senza rinunciare alle prestazioni. Inoltre abbiamo l'opportunità di testare le tecnologie della Nissan Intelligent Mobility mutuandole dalla Leaf alle monoposto sportive''.

''Come Nissan - ha aggiunto - stiamo realizzando la più vasta infrastruttura di ricarica installando in tutte le nostre concessionarie una colonnina di ricarica da 50 kWh che sarà a disposizione dei clienti Nissan e non solo. Potremmo dare l'opportunità di una rete capillare che sarà completata entro la fine del 2019. Continuiamo comunque a lavorare anchesul progetto Eva+ con Enel per la rete di colonnine''.
''Ci aspettiamo di essere competitivi - ha sottolineato il pilota Sebastien Boemi -. non dobbiamo sbagliare perché il nostro feeling con l'auto è ottimo. Il campionato è molto aperto, la classifica è affollata siamo tutti in quattro punti e abbiamo sempre fatto vedere che andavamo forte e il nostro settimo posto non ci rende giustizia. Cerchiamo di fare tutto quello che possiamo''. A chi vuole avvicinarsi alla formula E, un consiglio dal pilota: ''Guardate le gare perché ci si appassiona davvero. Succedono tante cose, le gare sono aperte, è davvero tutto emozionante''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA