Giorgetto Giugiaro, genio italiano dell'auto, compie 80 anni

Autore di centinaia di modelli di successo, da Golf a Panda

Redazione ANSA ROMA

Eletto nel 1999 'Designer del Secolo' da una giuria di 132 super-esperti, Giorgetto Giugiaro è certamente la figura di maggiore spicco dal punto di vista della 'creatività' automobilistica del 900, ma anche del nuovo millennio, vista l'influenza che il suo stile ha ancora oggi sulle nuove generazioni di designer. Giugiaro festeggia domani i suoi 80 anni ancora in attività (assieme al figlio Fabrizio nella GFG, l'azienda creata dopo la cessione della sua Italdesign al Gruppo Volkswagen nel 2010) e lo fa nella natia Garessio, cittadina in provincia di Cuneo.

Alla 'sua' Garessio Giorgetto Giugiaro (è stato battezzato così, guai a chiamarlo Giorgio) donerà il 7 agosto, giorno del suo compleanno, una grande e pregevole opera pittorica dedicata alla rappresentazione teatrale che dal 1700 il paese dedica ogni 4 anni alla Passione di Cristo.

Un Giugiaro pittore, quello del 2018, che rimanda agli Anni '50, quando fresco degli studi in belle arti, Giorgetto entrò al Centro Stile Fiat, come 'illustratore' per visualizzare in bozzetti all'acquarello e altre tecniche le idee dei creativi.

Da allora la strada compiuta da Giorgetto Giugiaro è stata lunga, non sempre 'pianeggiante', ma certamente ricca di grandi e grandissimi successi.

Quasi impossibile elencare tutte le auto create dalla sua fertile matita, dalla Golf alla Panda, dalla De Lorean DMC-12 (l'avveniristica auto di 'Ritorno al futuro') alla Giulia GT. Ma anche dalla Hyundai Pony - con cui l'industria sudcoreana ha iniziato l'espansione nel mondo - alla Lamborghini Gallardo, passando per vere pietre miliari come la Fiat Uno, come la prima Audi 80, la Lancia Delta o, ancora, il 'trittico' Passat-Polo-Scirocco che fece seguito alla Golf. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: