Salone dell'Auto di Torino, 44 brand e oltre 600 mila visitatori

Esposti 100 modelli e 47 prototipi. Levy, celebrata la passione dell'auto

Redazione ANSA TORINO

TORINO - Sono stati oltre 600.000 i visitatori del Salone di Torino Parco Valentino: lo rendono noto gli organizzatori della manifestazione che nella quarta edizione ha portato 2.000 supercar per 5 giorni nelle piazze e nelle strade di Torino, con un coinvolgimento totale da parte della città. Il Salone tornerà dal 19 al 23 giugno 2019. Lo slittamento di due settimane - spiega una nota - è stato deciso per attendere la chiusura delle scuole e agevolare l'arrivo delle famiglie da tutta Italia, mantenendo gratuito l'ingresso al pubblico e l'orario prolungato fino alle 24.

"Qui c'è manifattura, tecnologia e innovazione, che sono tre cose in cui l'Italia eccelle. E' uno dei Saloni dell'Auto più importanti a livello internazionale. Non penso ci possa essere migliore battesimo per me". Sceglie Torino il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, per la prima uscita pubblica. Con la sindaca Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, taglia il nastro della manifestazione 'Parco Valentino', dove si ferma oltre due ore con una tappa a tutti gli stand. Sono più di 40 i marchi automobilistici presenti con oltre 100 modelli e 47 prototipi, più di 1.000 le supercar provenienti da tutta Italia, oltre 700.000 i visitatori attesi e 35 eventi in città a partire dalla Supercar Night Parade.

"Torino è capitale dell'auto, pronta ad affrontare le sfide sulla mobilità dei prossimi dieci-quindici anni", sottolinea Appendino. "Sono orgoglioso - afferma Andrea Levy, presidente della manifestazione - di dare il via a questa nuova edizione. Intendiamo celebrare la passione per l'automobile e lo facciamo portando questa passione tra la gente grazie alle case automobilistiche, ai designer e ai centinaia di collezionisti". All'inaugurazione, al Castello del Valentino, dove fa gli onori di casa il rettore del Politecnico Guido Saracco, partecipano i rappresentanti delle principali case automobilistiche e quelli delle istituzioni automotive, il direttore Anfia Gianmarco Giorda e il presidente Unrae Michele Crisci.

Toninelli assicura l'impegno del governo per la mobilità sostenibile: "è un periodo importante. Gli investimenti dei costruttori sono positivi, c'è l'impegno mio personale e del ministero ad accompagnarli nel modo migliore per creare lavoro e migliorare la qualità della vita". Non condivide l'entusiasmo sull'auto elettrica Roberto Vavassori, presidente di Clepa, l'associazione europea dell'industria di componentistica auto "Se ci fosse un cambiamento del parco auto verso l' elettrico non avremmo risolto il problema delle emissioni. Quello ridotto dalle auto sarebbe compensato da quello necessario per produrre l'elettricità che serve per alimentare le batterie delle vetture elettriche", osserva al congresso di Automotive News Europe. Al Salone si festeggiano due compleanni, i 50 anni di Italdesign e i 70 di Porsche. Tra le vetture più attese la Gfg Sibylla, prototipo elettrico dell'azienda fondata da Giorgetto e Fabrizio Giugiaro, mentre Fca presenta in anteprima europea la Jeep Renegade MY2019. Anteprima mondiale per Alfa Romeo Mole Costruzione Artigianale 001, una supercar su base Alfa Romeo 4c della quale Umberto Palermo ha reinterpretato la carrozzeria e gli interni con il supporto del know-how di Adler Group.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: