Bosch regala a Acquasanta Terme un playground polifunzionale

Iniziativa sostenuta anche da collaboratori italiani del Gruppo

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Da oggi Acquasanta Terme, in provincia di Ascoli Piceno - uno dei centri più colpiti dal terremoto del 2016 - dispone di un nuovo centro sportivo polifunzionale realizzato con il contributo di Bosch e grazie anche alla solidarietà dei collaboratori del Gruppo in Italia. Questo playground nel Comune marchigiano concretizza la volontà di sostenere di chi, lo scorso anno, è stato duramente colpito dal sisma e in particolare vuole diventare un punto di aggregazione per i giovani del territorio che, attraverso lo sport, potranno allenare attitudini umane e valoriali e condividere un percorso di formazione e crescita. Al taglio del nastro hanno presenziato, insieme ai ragazzi delle scuole elementari e medie del Comune marchigiano ed ai rappresentanti della multinazionale tedesca Gerhard Dambach AD Robert Bosch Spa e Roberto Zecchino direttore risorse umane e organizzazione di Robert Bosch Sud Europa, anche Sante Stangoni sindaco di Acquasanta Terme; Irmgard Maria Fellner ministro plenipotenziario dell'Ambasciata Tedesca in Italia e Marco Fioravanti presidente del consiglio comunale di Ascoli Piceno.

Per Marco Fioravanti l'evento è stato anche l'occasione per presentare il proprio libro 'Crea Credi Cambia' che racchiude, traendo ispirazione dalla storia personale, racconti di scelte basate sulla convinzione che credere nel cambiamento della società attraverso la forza creativa del singolo o del gruppo.

Un modo per avere la meglio su una realtà spesso difficile e ostile, toccando temi come il lavoro, l'ambiente e l'istruzione.

Il supporto alle cause benefiche e iniziative civiche rappresentano le fondamenta di Bosch. I lavori di intervento del playground, iniziati nella primavera di quest'anno, hanno trasformato un'area di 1.400 metri quadri in un impianto di esercizi outdoor omologato per gare sportive a livello locale, realizzando un campopolifunzionale di per pallavolo, pallacanestro, tennis e calcio a cinque oltre ad una tribuna spettatori con 80 posti a sedere.

Subito dopo l'inaugurazione del playground, è stato dato il via a tornei dedicati per 'testare' il nuovo campo insieme ai ragazzi del Comune di Acquasanta Terme. L'allenatore di calcio ed ex calciatore Moreno Torricelli, l'alpinista Marco Confortola, il rugbista Carlo Checchinato, la tennista Mara Santangelo, il judoca Pino Maddaloni, la ginnasta Daniela Masseroni e lo sciatore di velocità Simone Origone sono gli atleti che si sono messi letteralmente in 'gioco' ad Acquasanta Terme.
 Questi sportivi sono alcuni dei testimonial del progetto Allenarsi per il Futuro, l'iniziativa di Bosch e Randstad per contrastare la disoccupazione giovanile. L'obiettivo del progetto è quello di orientare i ragazzi nelle scuole al loro futuro professionale, offrendo opportunità di alternanza scuola-lavoro attraverso la metafora dello sport: passione, impegno, responsabilità e soprattutto allenamento, i valori trasmessi anche dai testimonial sportivi. Allenarsi per il Futuro, che ha preso il via a gennaio 2015, ha un obiettivo sfidante per quest'anno, ovvero, diffondere sempre più l'iniziativa di orientamento e alternanza scuola e lavoro prevedendo di svolgere annualmente oltre 400 visite presso le scuole italiane, coinvolgendo 100.000 studenti e offrendo più di 1.500 tirocini formativi. Una buona opportunità per rafforzare la sinergia e il rapporto tra istruzione e formazione professionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA