Nel 2017 calano auto acquistate dei possessori partita Iva

Le scelte ricadono su suv e alimentazione diesel

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Calano gli acquisti di auto da parte dei privati in possesso di partita Iva. È quanto emerge da una analisi condotta - per il quarto anno consecutivo - dal centro studi e statistiche di Unrae (Unione rappresentanti autoveicoli esteri) in collaborazione con Istat.

Nel dettaglio gli acquirenti nel 2017 hanno segnato una flessione del 7,4% con 221.280 unità, rispetto alle 238.930 dell'anno 2016. La quota di mercato sul totale delle vendite a privati sfiora il 20% e cede 1,2 punti confrontandosi con il 20,9% del totale immatricolazioni 2016.

Quasi il 53% degli acquisti dei privati possessori di partita Iva ha interessato le imprese individuali, in crescita di circa 3 punti percentuali verso l'anno precedente; il 22,6% è stato acquistato da professionisti, il 10% da agricoltori e il 14,8% dagli agenti di commercio, unico canale in forte flessione (-30% dei volumi e -5 punti di quota) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, a causa del rientro di alcuni benefici fiscali (quali il Superammortamento e l'aumento del costo deducibile). Nel dettaglio dei professionisti, gli studi legali coprono il 5,2% del totale, stabili i commercialisti al 3,5%, le società di consulenza e gli ingegneri, entrambi al 2,2% del totale, chiudono gli architetti sfiorando la soglia del 2%. Il fatturato generato nel 2017 da tali acquirenti ha registrato anch'esso una flessione del 5,1% con 5,6 miliardi di euro rispetto ai quasi 5,9 miliardi del 2016.

Il diesel anche nel 2017 si conferma la motorizzazione prescelta da questa tipologia di clientela (63,6%) mentre per quanto riguarda le carrozzerie non si arresta l'ascesa dei suv che nel 2017 sono stati scelti dal 43,5% del totale privati possessori di partita Iva. Roma si conferma la provincia con il maggior numero di immatricolazioni fra i privati con partita Iva, seguita da Milano e Torino; tutte con quote di mercato leggermente inferiori a quanto sperimentato nel totale privati.

Al quarto posto Napoli, che accelera in quota rispetto al totale mercato privati, seguono a pari merito Bologna e Firenze. I giovani maturi, acquirenti da 30 a 45 anni di età, sono la fascia più rappresentativa di clienti e, nel segmento dei privati con partita Iva, hanno raggiunto nel 2017 il 32,3% del totale delle vendite (4 punti in più del totale privati). Tra i possessori di partita Iva, circa il 10% dei clienti ha scelto di finanziare la vettura in leasing, valore ben al di sopra del 2,9% del totale mercato privati ed in crescita di mezzo punto rispetto al 2016. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA