Società & Diritti

Non solo Freud, smorfia e cabala, i sogni sono termometro benessere

Stranezze oniriche indicano punti deboli, in arrivo trend wellness-dreams

Sognare indica il proprio stato di benessere, Photo by bruce mars on Unsplash © ANSA
  • di Agnese Ferrara
  • 07 settembre 2019
  • 22:18

Cosa si sogna di più? Ecco i 10 sogni più frequenti per lo psicologo britannico Ian Wallace che li ha riassunti dopo trenta anni di lavoro nel campo in ‘The Top 100 Dreams’, a lungo best seller in Inghilterra ed ancora fra i manuali più acquistati su Amazon. Essere seguiti, perdere i denti, non trovare i servizi igienici, ritrovarsi nudi in mezzo alla folla, andare male ad un esame, volare, cadere, perdere il controllo dell’automobile, essere in ritardo, essere in una stanza vuota.

Internet pullula di volumi pratici sull’interpretazione dei sogni (solamente in lingua inglese se ne contano almeno una decina annunciati in uscita il prossimo anno) che sono costantemente in cima delle classifiche dei testi pratici più venduti. Capire il significato delle stranezze legate alla propria attività onirica affascina gran parte delle persone che vi associano significati e scelte (così come dettano molti libri sul tema) seppure, pare, si ricordi al massimo il 10% di ciò che si sogna.

Dopo l’interpretazione psicoanalitica dei sogni di Sigmund Freud, le numerose teorie di esperti e studiosi della fase REM del riposo, i simbolismi della Cabala e della smorfia napoletana è la volta dei sogni indicatori di benessere e il trend wellness-dream è segnalato dal Global Wellness Institute nell'ultimo report sulle tendenze fitness dell'anno.

Ogni ricordo al mattino si può correlare con i propri punti deboli del corpo e andare in palestra, smettere di abboffarsi di junky-food o di fumare, sottoporsi ad un check-up completo, fortificarsi e capire quanti elementi di stress ci circondano per rimuoverli e dormire e sognare meglio.

Stabiliscono un indice interpretativo dei sogni correlato con i nostri stessi organi, dal cuore ai reni, dai polmoni al fegato, dall’intestino al pancreas, dai muscoli allo scheletro e alla pelle, Emilio Minelli e Fabrizia Berera che prendono spunto dai principi della medicina complementare. Minelli è vice direttore del WHO Collaborating centre for traditional medicine di Milano e vice presidente della Società Italiana di agopuntura, Berera si occupa di medicina tradizionale cinese e filosofia maoista. Nel libro ‘Il linguaggio segreto dei sogni. Guida all’interpretazione psicosomatica dei sogni’ (Feltrinelli). “Gli organi intossicati ci parlano nei sogni che sono da sempre una ricchezza e non solo per la psicanalisi, - spiegano gli autori. - Il corpo-cuore-mente è una unità che ci parla e che può spingerci ad una azione preventiva di maggiore cura ed attenzione. Quando dormiamo la nostra struttura psico-emozionale continua ad esistere e acquistiamo una coscienza più profonda di noi stessi. Così possiamo decodificare i segni di un malessere, riconoscere i sintomi di una intossicazione o cogliere in anticipo degli squilibri”. Ad ogni sogno (ne elencano una cinquantina fra i più comuni) corrisponde l'organo più debole e le ricette per depurarsi e disintossicarsi. Oltre ad interpretare il significato dei sogni secondo principi psicoanalisti, gli autori suggeriscono cosa mangiare, quali rimedi di fitoterapia assumere e come rilassarsi per un vero e proprio programma detox.

Vai al Canale: ANSA2030