Società & Diritti

Nella comunità dove gli abitanti non vogliono perdere la memoria

Nell'Appennino Pistoiese nasce la Memoteca

Memoteca della montagna pistoiese (foto da sito lamemoteca.it) © Ansa

 Un progetto sperimentale, unico nel suo genere, che avrà per protagonista un'intera comunità, quella della Montagna pistoiese. Si tratta della prima Memoteca di comunità, promossa dall'associazione LetterAppenninica. La banca dati della memoria sarà interamente autoprodotta utilizzando semplicemente lo smartphone e costruita, pezzo per pezzo e video dopo video, attraverso le testimonianze, le storie e i racconti degli stessi abitanti della montagna, organizzati in piena autonomia. La voce, i volti e i ricordi dell'Appennino confluiranno poi in apposito sito web, lamemoteca.it, per raccogliere la storia dei suoi abitanti.
    Il cuore del progetto è la salvaguardia dell'immenso patrimonio di cultura e tradizione orale della montagna pistoiese, che rischia di scomparire insieme ai suoi protagonisti. Tutti potranno contribuire registrando testimonianze video con un telefonino e inviandolo a lamemoteca.it, dove sarà catalogato per paese e argomento, e sarà consultabile online. "Non è un progetto nostalgico - ha spiegato il direttore di LetterAppenninica, Federico Pagliai - ma vuole essere un contenitore per salvare la memoria di queste comunità. E tutti possono farsi 'Custodi della memoria'".
    L'iniziativa si rivolge in particolare agli studenti, e un primo nucleo di video è stato affidato ai ragazzi dell'Istituto comprensivo di San Marcello Pistoiese, ai quali inoltre è dedicato uno speciale concorso per video sul tema dell'acqua.
    L'acqua sarà anche l'argomento dell'edizione 2018 del Festival LetterAppenninica, al via a giugno. "Chiunque può contribuire - ha detto Leonardo Nesti, coordinatore della Memoteca - e abbiamo realizzato una guida su come fare i video per consentire davvero a tutti di partecipare. Non c'è un tema prefissato: la Memoteca sarà il collettore per rammendare il tessuto della tradizione orale, collegando idealmente i bar dei paesi e Youtube". Partner dell'iniziativa sono la Regione Toscana e i Comuni dell'area, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia e della Fondazione Turati.
    Un filo rosso potrà così collegare i bar e le piazze di paese, luoghi della memoria di ieri, alla piattaforma YouTube della Memoteca, spazio on line della memoria di oggi.
   

  • Redazione ANSA
  • FIRENZE
  • 09 aprile 2018
  • 17:57

Condividi la notizia