Moda

Marc Jacobs, glamour anni '60 con stravaganza

Attesa 90 minuti per show. Anna Wintour si alza e scatena panico

Fashion Marc Jacobs © AP

 Se l'importante è far parlare di sé, missione compiuta per Mark Jacobs. Tuttavia, più che far parlare della sua collezione, il designer americano, 55 anni, è stato al centro del dibattito alla New York Fashion Week per il suo show iniziato con oltre 90 minuti di ritardo. Momenti di panico anche durante l'attesa all'Armory Park Avenue quando la signora del Diavolo veste Prada, alias Anna Wintour, direttrice di Vogue Nord America, si è alzata dal suo posto facendo credere a tutti che sarebbe andata via. E ancora risuonava forte l'eco della minaccia di alcuni anni fa, quando disse a Jacobs che se ne sarebbe andata se avesse osato ancora una volta iniziare le sue sfilate in ritardo. L'attesa interminabile, con molti posti in prima fila lasciati liberi da giornalisti o celebrities corsi altrove, ha scatenato anche le fantasie su un ritardo deliberato per rovinare la festa a Rihanna che quest'anno ha chiuso il calendario delle sfilate newyorkesi con 'Savage X Fenty' a Brooklyn, rubando quindi la scena a Marc Jacobs, per tradizione ultimo a sfilare.

Con questo antefatto alla fine i riflettori si sono accesi sulla collezione Spring 2019 di Mark Jacobs e con un'atmosfera un po' cavernosa sulla note di una sinfonia di Philip Glass è andato in scena un glamour anni '60 condito con eccessi stravaganti. Una collezione un po' in salsa Mad Man, Jacqueline Kennedy Onassis, Grease e forse anche da personaggi presi in prestito da Alice nel paese delle meraviglie, con una quarantina di modelle tutte con i capelli tinti in colori pastello. Un lavoro da titani che ha messo a dura prova l'abilità dello specialista del colore Josh Wood. Impegnative anche alcune delle acconciature delle modelle, le cui code di cavallo fluttuavano sulla testa a mo' di dirigibile.
    Tra le celebrities, Nicki Minaj, in un vistosissimo abito rosso, Sofia Coppola, Jinyan Wu, Jordan Barrett e Kent Leung.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:
  • di Gina Di Meo
  • NEW YORK
  • 13 settembre 2018
  • 23:22

Condividi la notizia