Moda

Chanel al museo, sfilata a dicembre al Metropolitan di New York

L'ultima volta al museo fu nel 1982 per Valentino

Paris Fashion Chanel ready-to-wear fall/winter 2018/2019 (foto archivio 6 marzo 2018) © AP

Chanel torna a New York: il 4 dicembre la storica maison parigina presenterà la sua annuale collezione Métiers d'Art al Metropolitan Museum. Allineata con le consegne "pre-fall", la sfilata celebra la creatività degli atelier d'alta moda di Chanel. Collezioni Métiers d'Art sono state presentate a Roma e Parigi. L'ultima ad Amburgo, città natale dello stilista Karl Lagerfeld, nella spettacolare sala da concerto Elbphilharmonie progettata dallo studio di architettura svizzero Herzog & de Meuron.
Non è la prima volta per Chanel a New York: nel 2005 lo show Métiers d'Art fu ambientato nella boutique su Fifth Avenue, poi nel 2007 la collezione Resort ebbe lo straordinario fondale di Grand Central Station e nel 2015 Métiers d'Art Parigi-Salisburgo fu replicata all'Armory di Park Avenue. Nel 2008 la maison di rue Cambon organizzò una retrospettiva a Central Park ospitata in un edificio temporaneo firmato Zaha Hadid. Mentre per uno show al Met bisogna andare davvero indietro negli anni: l'ultima volta che il museo aprì le sue gallerie a uno stilista fu nel 1982, quando Valentino portò la sua collezione autunno-inverno a New York e scelse il museo come sfondo per la passerella.
La decisione di tornare a New York è basata sulla storia personale di Coco Chanel. La stilista venne per la prima volta negli Usa nel 1931 per discutere con Samuel Goldwyn a Los Angeles un progetto di costumi per film. Nel viaggio verso Hollywood, Coco si fermò all'Hotel Pierre su Fifth Avenue dove fu organizzato un ricevimento in suo onore. Quell'anno una nuova tappa newyorchese fu inclusa nel viaggio di ritorno a Parigi.
Madame Chanel continuò per 30 anni a coltivare la sua clientela americana attraverso grandi magazzini di lusso come Neiman Marcus e sulle pagine di Vogue.
Quanto al Met, il museo ha una lunga tradizione sul fronte della moda grazie alle mostre del Constume Institute, l'ultima delle quali sull'immaginario cattolico di stilisti da Balenciaga e Versace a Pierpaolo Piccioli e Thom Browne ha registrato qualche giorno fa il milionesimo visitatore. Nel 2005 il Met ha organizzato una retrospettiva proprio su Chanel in cui le creazioni di Coco Chanel vennero mostrate a fianco di quelle di Lagerfeld. Nel 2016 Lagerfeld è stato co-chair del gala del Constume Institute che ha accompagnato la mostra Manus X Machina dove un abito da sposa della sua linea di alta moda aveva il posto d'onore. 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:
  • di Alessandra Baldini
  • NEW YORK
  • 05 settembre 2018
  • 14:53

Condividi la notizia