Lusso

Il transatlantico Queen Elizabeth 2 compie 50 anni e ora è un hotel di lusso

E' la nave che ha solcato la distanza maggiore nella storia

transatlantico Queen Elizabeth 2 © EPA

Compie 50 anni il 2 maggio il transatlantico Queen Elizabeth 2, trasformato in hotel di lusso e museo galleggiante attraccato alla marina di Rashid, porto della ricchissima Dubai, Emirati Arabi. Probabilmente a bordo il bar Golden originale degli anni ’60 è anche il più antico bar dell’emirato, idem la sala delle slot machine dell’epoca, i tavoli da biliardo del casinò, gli stemmi, le coccarde, le placche in legno che decorano le pareti e che attestano le numerose traversate compiute dalla nave. Il transatlantico per crociere di produzione britannica (nasce nei prestigiosi cantieri Cunard Line) fu varato dalla regina Elisabetta II che le fece da madrina nel 1967, completato l’anno successivo e inaugurato il 2 maggio del 1969 per la prima traversata dal porto inglese di Southampton a New York che percorse in 16 ore e 35 minuti. Molti i fasti in questo mezzo secolo, ma anche i fallimenti, gli abbandoni e i refit come succede spesso alle signore del mare più prestigiose che superano la mezza età.
“La nave non ha avuto un passato facile fin dagli inizi: il Concorde e i voli supersonici sono cominciati con lei, nel 1969, e ad attraversare l’Oceano ci mettevano 3 ore. I motori a reazione stavano davvero decollando negli anni '70 quindi il QE2 ha davvero dovuto reinventarsi, - racconta oggi a GulfNews Peter Warwick, che ha lavorato come equipaggio a bordo dal 1995 al 2001. - Le difficoltà finanziarie negli anni '70 furono superate e la ristrutturarono a più riprese aggiungendo un casinò e un attico per superare la concorrenza”.
La Queen Elizabeth 2 ha visto nei suoi cinquanta anni scoppi di guerre, bombe, recessioni, è stata abbandonata a lungo, poi recuperata e modificata più volte (ha accumulato ben 12 refit). E’ stata soggetta a diversi incidenti e ad un uragano. Passata di mano in mano, è stata infine acquistata da un fondo di investimenti di Dubai che l’ha destinata ad hotel galleggiante. Interamente ristrutturata con cura, la Queen Elizabeth 2 è stata re-inaugurata l’ottobre scorso alla marina Mina Rashid di Dubai.
Nonostante la stazza, è lunga circa 300 metri, la nave pesca circa 10 metri tanto da avere attraversato agilmente e più volte il canale di Panama, ora però ha smesso i panni di nave da crociera ed è un albergo di lusso con cabine arredate in stile originale. E’ anche un ristorante con cucina raffinata che include un menù degustazione con portate fedeli al suo primo viaggio del 1969. Serve anche come spazio ufficio, centro congressi, piscina, centro fitness e Spa con massaggi Thai, Balinesi, trattamenti viso e corpo con pietre calde. E’ un teatro dove si susseguono spettacoli e concerti, un bar da cui si gode un sorprendete skyline di Dubai e che offre uno dei brunch del venerdì più frequentati dove si degustano arrosti britannici , pesce fresco e formaggi artigianali. E’ anche una sala da ballo molto ambita (in programma il prossimo 15 maggio la serata Yacht Club Lady Night con sconti per le signore, rigido dress code e dj set). La sala da tè, ricavata nella sala da pranzo una volta riservata ai passeggeri di prima classe e alla famiglia reale, ha logicamente un’aria molto regale e con i tè offre prelibatezze come salmone affumicato, sandwiches al rafano e raffinata pasticceria.
La Queen Elizabeth perciò non naviga più, festeggia il suo mezzo secolo e le basta avere conquistato il record della nave che ha solcato la distanza maggiore nella storia, assicurano i manager della QE2 Shipping LLC e PCFC Hotels, intervistati oggi dai principali media degli Emirati.

 

  • di Agnese Ferrara
  • 02 maggio 2019
  • 17:41

Condividi la notizia