Food

Albero di Natale da mangiare, tre idee per decorazioni originali

Fettine disidratate di agrumi, chips di verdure. Chef Braschi con essiccatore crea ricette da addobbo

null © Ansa
  • Redazione ANSA
  • 05 dicembre 2019
  • 20:40

A Natale siamo tutti più buoni: anche l’Albero.  Da Mangiare. Valerio Braschi, il più giovane vincitore di Masterchef Italia ha pensato ad un Albero di Natale con decorazioni edibili, realizzato grazie alla tecnica dell'essiccatore che disidrata frutta e verdura da mangiare. Ecco tre varianti sperimentate di albero natalizio tutte da mangiare e a prova di ogni palato. L’Albero di Natale agrumato da realizzare con fette di disidratate di limoni, arancia, pompelmo, mandarino, lime, pomelo e bergamotto. L’Albero di Natale vegano, decorato con chips disidratate di: zucca, barbabietola, finocchio, ananas, papaya, mango, carote, carote viola, mela, pera, kiwi, kiwi golden, lamponi, more. L’Alberto di natale ricco di gusto, addobbato con chips disidratate e soffiate di: riso allo zafferano, riso alla spirulina blu, riso al nero di seppia, riso ai gamberi, girello di manzo speziato alla cannella e anice stellato, riso ai piselli, lamelle disidratate di tartufo nero e riso all’aceto balsamico.
Wmf ha messo a disposizione dello chef romagnolo tutti i propri strumenti per realizzare le “ricette addobbo”, in particolare l’essiccatore compatto salva spazio, ideale per essiccare frutta, verdure, carne, erbe, funghi etc. Infatti, realizzare i primi due alberi è semplicissimo, basta tagliare la frutta e la verdura nelle forme che si preferiscono e poi lasciarle disidratare nell’essiccattore per 8 ore a 60 gradi. Si otterranno così delle chips pronte da essere appese all’albero e da mangiare. Mentre per l’albero ricco di gusto, sarà necessario preprare a parte i risotti e il girello di manzo, farli stracuocere e poi frullarli. Si otterrà così una pasta modellabile che permette di creare differenti forme da inserire nell’essicattore, dove dovranno rimanere per 3 ore a 60 gradi. Infine, una volta essiccate, le chips possono essere anche fritte in abbondante olio di semi per farle gonfiare e avere l’effetto soffiato che le rende ancor più decorative.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie