Food

Verdura, erbe e frutta, è il momento delle acque condite

Da anni di moda all'estero le acque funzionali sono tendenza anche in Italia. Imbottigliate o fai da te

Acqua frutti di bosco e rosmarino © ANSA

E' la volta delle acque ‘condite’ con verdura, frutta e fiori commestibili per il benessere e la bellezza (drenanti, idratanti, anti-ossidanti). Si comprano già pronte oppure si preparano in casa e sono il nuovo trend dell’estate che va a braccetto con le bombolette di acque ‘mist’ che si vaporizzano sulla pelle per reidratarla.
Il fenomeno delle acque funzionali sta impazzando da tempo negli Stati Uniti e in tutta Europa e ristoranti stellati, bistrot e bar di tendenza hanno già fiutato il trend che ora spopola anche in Italia.

Come sono fatte? Acqua potabile (meglio se pura, microfilmata, minerale di montagna o di sorgente), in cui mettere in infusione verdura, frutta, erbe e (in quelle già pronte) un pool di vitamine e minerali. Si può aggiungere ghiaccio. A Milano vanno a ruba bottigliette ‘Hydra-Water’ condite con frutta (come limoni, frutti di bosco, cocco) e verdura (come prezzemolo, rosmarino e cetrioli) e promettono non solo di dissetare ma di idratare l’organismo molto di più della semplice acqua.

Il business è fiorente e di certo redditizio se si considera che 500 ml di questa acqua idratante costa 3.99 euro per mezzo litro (quindi un litro costa quanto una bottiglia di buon vino al supermarket anche se il confronto sarà ritenuto azzardato perché le acque fanno bene in grande quantità, i vini con parsimonia). I condimenti aggiungono sapori, aromi, minerali e vitamine e alcune acque arricchite sanno perfino di minestrone tanto sono condite con verdure miste.

Il nuovo trend prevede che vengano sorseggiate fredde e direttamente dalla bottiglia, meglio se travasate in borracce metallizzate o a stampe moda (così come impone lo spirito ecologista che di plastica in mare non ne può più). Oppure in grandi caraffe trasparenti o in barattoli di vetro monoporzione, da bere rigorosamente con la cannuccia come si fa con i cocktail. Non vanno dolcificate e andrebbero lasciate a macerare per qualche ora prima di essere consumate altrimenti non hanno molto sapore.

Fra gli ingredienti del momento si segnalano cetrioli, limone, prezzemolo e zenzero (dissetante e idratante); frutti di bosco, mirtilli, lamponi e more (antiossidanti); menta e limone e rosmarino (re-idratanti), fiori di sambuco, limone e menta (rinfrescanti, vitaminici).

Fra le acque funzionali già pronte (in vendita nei supermercati), le più nuove sono quelle addizionate con magnesio, potassio e mela verde (rivitalizzante, Levissima Pro-active), miscelate con ribes e mirtilli (anti ossidante, Levissima), con cocco, minerali, magnesio e potassio oppure con linfa di Aloe Vera (VitaSnella, Le Linfe). Molte sono arricchite di minerali e vitamine e le ditte produttrici le ritengono utili contro la ritenzione idrica, depurative e idratanti oltre che dissetanti. Nessuna di queste acque è dimagrante anche se generalmente non contengono calorie.
L'estate, caldissima, è la stagione dell'acqua da bere o da spalmare sulla pelle e di pari passo con le nuove bevande condite cresce il successo delle acque mist, provenienti generalmente da terme rinomate, arricchite con estratti di erbe in bomboletta o vaporizzatore senza gas da spruzzare sul viso a scopo idratante leggero. Sono i nuovi tonici dell'estate.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:
  • di Agnese Ferrara
  • 04 agosto 2018
  • 10:41

Condividi la notizia