Food

Come si fa la spesa cool? In Europa nuovi cibi, sapori e rispetto per l’ambiente

Pancetta e hamburger sono out. Arrivate alghe-bacon, insetti-polpette e nuovi cibi eco-sostenibili

Sacchetti organici di Sirane, UK © ANSA

Fare la spesa in modo cool non è lottare per farsi strada col carrello il sabato mattina al supermarket affollatissimo e puntare solo alle offerte. No, è prendersi tutto il tempo che serve per selezionare marche e alimenti di qualità che corrispondano allo spirito ambientalista che sta aumentando in ognuno di noi. Fare la spesa di tendenza è anche assaggiare alimenti che prima non conoscevamo come insetti e nuove farine (frutto di accordi e start-up che puntano al rispetto per l’ambiente) al posto dei tradizionali cibi, grossomodo tutti inquinanti se si considera l’intera filiera produttiva.

Alcuni cibi che non incidono sull'ambiente e soluzioni più sostenibili, innovative e ricercate per fare la spesa riportati di seguito sono già in vendita in Europa e sono fra i premiati al 'Sustainable Food Awards' di Ecovia Intelligence, agenzia di ricerche di mercato e trend di Londra.

Fra i premiati spiccano polpette, hamburger e barrette fatte con gli insetti (vermi Tenebrio molitor), ceci e verdure, disponibili nei supermarket Coop di Zurigo, Lugano, Berna e Ginerva, ad esempio. Da mangiare così, previa cottura, oppure in involtini di lattuga e salse. Oppure il bacon marino fatto con le alghe al posto della pancetta (Olanda, SeaMore I Sea Bacon Meat Substitute).
Fra i cibi innovativi e di tendenza si segnala il nuovo cereale naturale ‘tritordeum’ che sa di grano e orzo, premiato da Ecovia. Prodotto in Spagna da Agrasys e già in commercio in Europa, è frutto di incroci di coltivazioni cilene e argentine tradizionali (con sistemi sostenibili, non OGM ) fra grano duro e orzo selvatico ed è usato per farne farina, pane, biscotti e pasta.

Anche le bevande sono cambiate e se cola, aranciate e bevande gassate erano l’emblema del vecchio consumismo ora sono i tè sostenibili a fare tendenza. Come il primo tè certificato al mondo totalmente ‘carbon free’ (cioè a zero emissioni nelle fasi di coltivazione e lavorazione) di Bogawantalawa Tea Estates, Sri Lanka, prodotto nella valle dorata di Cylon, appena premiato a Londra. Ha ricevuto un riconoscimento anche il primo energy drinks al caffè e cioccolata (Chocolero Energy Drinks, produzione belga) che ha anche lo scopo di contrastare il consumo di cocaina. Il cacao e il caffè contenuti sono infatti coltivati non solo a impatto ambientale ridotto ma sui terreni colombiani e peruviani che prima erano sfruttati per la produzione di questa sostanza stupefacente.

Applaudito a Londra anche lo zucchero da cocco gluten-free, certificato organico e fairtrade, ‘Liet green’ prodotto dai fratelli inglesi Dani, Amar e Anand, che in pochi anni hanno avviato progetti di sostegno alle piccole produzioni di spezie, riso ed erbe, ed oggi contano 11 imprese in 5 continenti.

La spesa chic si fa, infine, anche scartando le confezioni inquinanti e Acovia ha premiato i sacchetti per l’ortofrutta riutilizzabili, fatti con cellulosa certificata FSC, disponibili nei supermercati elvetici. Un riconoscimento è stato dato anche al nuovo sistema di stampa laser per gli ortaggi (della società Eosta, Olanda) che permette di imprimere le informazioni direttamente sulla buccia risparmiando l'uso di etichette, colle e confezioni inutili e inquinanti.

 

  • di Agnese Ferrara
  • 28 agosto 2018
  • 00:53

Condividi la notizia