Design & Giardino

Bianca, tecnologica, soprattutto in ordine, la nuova cucina

Stile moderno, la ceramica batte altri materiali e organizer ovunque

Un modello Lago presentato a Eurocucina 2018 © Ansa

Bianca, tecnologica, organizzata e soprattutto in ordine, ecco la nuova cucina. “Tendenze in Cucina 2018”,  lo studio di Houzz.it che, ogni anno, svela i nuovi trend di design in ambito cucina, aggiorna il tema incrociando le richieste di oltre 3.500 proprietari di casa italiani che stanno ristrutturando, hanno appena ristrutturato o hanno intenzione di ristrutturare la propria cucina a breve. Il report mette in rilievo che cercare di limitare il disordine è uno dei motivi principali che ha spinto le persone a rinnovare i mobiletti durante la ristrutturazione della cucina (57%). Gli accessori interni più richiesti sono infatti organizer per posate (67%), cassetti con organizer (60%), pattumiera estraibile (60%) e organizer di pentole e padelle (49%).

Chi ristruttura la cucina desidera soluzioni che favoriscono il riordino e lasciano libero il piano di lavoro, che rappresenta l’elemento principale della ristrutturazione della cucina (81%), seguito da elettrodomestici e illuminazione (rispettivamente 78% e 76%). Il materiale prediletto (25%) è il laminato, seguito dal legno (14%) e solid surface (11%). Quest'ultima opzione è scelta dalla maggior parte da proprietari oltre i 55 anni (14%), contro il 12% di chi ha tra 35 e 54 anni e il 7% di chi ha meno di 35 anni.

Meno di un sesto dei proprietari di casa aumenta le dimensioni della propria cucina durante i lavori di ristrutturazione (14%), sono le persone di età compresa tra 25 e 34 anni ad avere più probabilità di ingrandire questo spazio (60% rispetto al 52% e 43% di chi rispettivamente ha tra 35 e 54 anni, e oltre 55). La metà dei proprietari di casa apre la propria cucina anche alle stanze adiacenti (51%) o verso spazi esterni (34%) per sfruttare maggiormente le aree circostanti.

La spesa media per la ristrutturazione della cucina è di 6.100 €, con una spesa di 6.300 € per cucine oltre 12 mq e 5.900 € per cucine più piccole. Chi ha oltre 55 anni è più propenso a spendere una cifra maggiore mettendo a budget circa 7.300 €, gli under 35 spendono invece in media 6.000 €.

Altri dati interessanti:

Stile moderno: tra i proprietari di casa che cambiano lo stile della propria cucina durante i lavori di ristrutturazione (78%), il moderno è lo stile d’arredo più popolare (35%), seguito dallo stile contemporaneo (29%) e dallo stile scandinavo (5%). I proprietari di casa al di sotto dei 35 anni sono i più inclini a scegliere lo stile moderno (il 40% rispetto al 34% e il 32% di quelli quelli di età compresa rispettivamente tra i 35 e i 54 anni e con oltre 55 anni di età).
Sfumature di bianco e grigio: il bianco continua a rappresentare il colore più desiderato per la pittura di muri (51%), per i mobili (38%), i piano di lavoro (24%) e paraschizzi (22%). Il grigio è la seconda opzione più popolare, che ricade sul 21% dei piani di lavoro e il 20% dei paraschizzi.
La ceramica batte il legno: tra i proprietari di casa che rinnovano la pavimentazione della cucina (56%), la ceramica o il gres porcellanato si classifica in cima alla lista (51%), risultando tre volte più popolare del legno trattato con mordente o al naturale, che risulta essere il secondo materiale più utilizzato (14%).
La tecnologia in cucina: chi sceglie nuovi elettrodomestici come parte integrante del rinnovo della cucina, opta per soluzioni tecnologiche che integrano display touchscreen a colori, linee connesse con i contatori della casa per ottimizzare i consumi di energia e comandi wireless attraverso smartphone e tablet (rispettivamente 31%, 10% e 9%). I proprietari di casa che hanno meno di 35 anni, sono più propensi all’acquisto di apparecchi di connessione ai contatori della casa per ottimizzare l'uso di energia (14%) rispetto a quelli di età compresa tra 35 e 54 anni e oltre i 55 (rispettivamente 7% e 12%).
● Assunzione di professionisti: quasi 8 proprietari di casa su 10 assumono un professionista per portare a termine la ristrutturazione della cucina (79%). Gli architetti (29%), i designer di cucine (26%) e gli interior designer (12%) sono i più professionisti più richiesti per questo tipo di progetto.

Lo studio di Houzz ha anche riscontrato differenze generazionali nel layout della cucina e nelle preferenze degli elementi incorporati. Quasi i tre quarti dei proprietari di casa cambiano il layout dell’arredo durante la ristrutturazione della cucina (71%).
Il layout a forma di L è il più popolare (33%), soprattutto tra i proprietari con oltre 55 anni, i quali hanno maggiori probabilità di scegliere un layout ad angolo rispetto alle generazioni più giovani (il 36% rispetto al 34% per chi è nella fascia d’età 25 e 34 e il 32% per chi ha tra i 35 e i 54 anni).

Chi rinnova la cucina sceglie di integrare aree funzionali come mobiletti e scaffali a tutta altezza (rispettivamente 42% e 40%). I mobiletti sono preferiti tra i proprietari di casa di età inferiore a 35 anni (51%) rispetto a quelli tra i 35 e i 54 anni e oltre i 55 anni (rispettivamente 39% e 35%).

"Indipendentemente dalle generazioni, la cucina continua a guadagnare consensi come spazio di incontro all’interno della casa, proprio per questo i proprietari sono alla continua ricerca di soluzioni per rendere questa stanza sempre più accogliente e funzionale", dichiara Silvia Foglia, Country Operations Manager di Houzz. "Le cucine non solo diventano più aperte, ma vengono scelti anche layout non lineari, dispense più elaborate e superfici con materiali versatili".

  • Redazione ANSA
  • 01 maggio 2018
  • 17:49

Condividi la notizia