Beauty & Fitness

Cipresso, iris e peperone verde, le fragranze d'autore hanno note nuove

Sette nasi per le Tuscan Creations di Salvatore Ferragamo

Da Rinascimento a La Commedia, 11 fragranze artistiche ispirate alla Toscana. Salvatore Ferragamo Tuscan Creations © Ansa

Si chiama Rinascimento e rappresenta l’idea del cambiamento sotto forma di una fragranza secondo il maestro profumiere Alex Lee, 33 anni, nato in California ma di base a Parigi. E' lui uno dei sette nasi a cui Salvatore Ferragamo ha chiesto di interpretare le Tuscan Creations, una collezione di undici, lussuose e artistiche, fragranze d'autore dedicate alla Toscana, ai suoi luoghi simbolo e temi iconici.

Lee ha lavorato sul Rinascimento, appunto, interpretando il motto del tempo 'usa il tuo cervello per cambiare il mondo' attraverso una fragranza. Le note scelte per rappresentare tutto questo? In primis il peperone verde (che dà il colore anche al profumo), poi mandarino e basilico per un effetto frizzante, e l'iconico iris, simbolo di Firenze.

Proprio la Toscana - dove il fondatore ha legato la sua storia simbolo di 'calzolaio dei sogni' -  è la grande ispirazione delle essenze, create e studiate da sette maestri profumieri provenienti da tutto il mondo. Ecco allora Bianco di Carrara, creato da Bianca Carlin, che evoca il noto marmo della riviera toscana catturandone la luminosità e l'essenza senza tempo. La nota di punta è il bergamotto, insieme a un mix floreale. Si scende sulla costa tirrenica ed ecco Punta Ala, che porta la firma del profumiere Alberto Morillas. La nota località balneare che si affaccia sul Mediterraneo ispira una fragranza dal colore giallo, sinonimo di libertà e calma, a base di agrumi (limone, mandarino e arancia) e note floreali. Tanti i riferimenti a Firenze nella collezione di fragranze: Viola Essenziale celebra l'iris, fiore della città (creato da Sonia Constant), Calimala ricorda l'arte dei mercanti dell’omonima via fiorentina con note delicate di rosa abbinate a quelle speziate del cardamomo, mentre è vivo il ricordo degli artisti alla corte dei Medici con La Corte, un profumo nobile e sontuoso dal color bronzo. Poi la natura, con l'atmosfera delle vigne nella bottiglia di Vendemmia, dalle note di limone e bergamotto che introducono alla campagna toscana. Ancora, Testa di Moro celebra la pelle, materiale caro alla maison fiorentina (queste ultime sono tutte firmate da Fabrice Pellegrin) mentre Terra Rossa si lascia ispirare dal palio di Siena con la terracotta di Piazza del Campo. Per evocare questa atmosfera Domitille Bertier ha unito il bergamotto e arancia amara a note floreali e l’aroma del cipresso, tipicamente italiano. Il percorso olfattivo prosegue con la bottiglia di Convivio (di Fabrice Pellegrin), che premia l'arte toscana della convivialità guardando alle note tipiche italiane, come l’aroma del cipresso e di bergamotto italiano e poi pompelmo e legno di viola. Infine non poteva mancare un tributo alla Divina Commedia di Dante Alighieri: La Commedia, il profumo creato da Natalie Gracia-Cetto, ha note speziate e si presenta come una viaggio al centro della Terra per una fragranza ipnotica e avvolgente tra note di arancia amara, cardamono e pompelmo.

  • di Beatrice Campani
  • 15 settembre 2018
  • 10:22

Condividi la notizia