Beauty & Fitness

Sotto il costume niente (peli). Depilazione, è cambiato qualcosa?

Ricerca, tanti metodi e nel 2018 più che per la società o il compagno lo si fa per se stesse

Una donna e un uomo si divertorno sulla riva del mare. foto iStock. © Ansa

Peli superflui: tutte le donne ne hanno e ognuna, sulla base di vari fattori, quali ad esempio l’influenza della società, delle relazioni sentimentali, del paese di origine e a seconda delle diverse zone del corpo da trattare, sceglie se rimuoverli o meno. Ecco cosa emerge da una ricerca su come è cambiato l’atteggiamento delle donne nei confronti di questo argomento, quali sono le nuove tendenze e quali i fattori che le influenzano maggiormente, commissionata da due marchi del settore, Braun e Gillette Venus. 

Quali sono i metodi preferiti dalle donne? Multi-metodo!
8 donne su 10 dichiarano di preferire il rasoio, che si conferma quindi il metodo universalmente più utilizzato. Seguono nell’ordine l’epilatore (40% delle preferenze), la ceretta (39%) e la crema depilatoria (29%). Ma le donne non usano lo stesso metodo per depilare tutto il corpo. Sono infatti multi-metodo perché usano in media 2,5 metodi diversi a seconda della zona del corpo da depilare e del risultato che si vuole ottenere:

• il rasoio è prevalentemente utilizzato per gambe (64%), ascelle (71%) e zona bikini (65%)
• per le gambe, oltre al rasoio, 1 donna su 4 usa l’epilatore e sempre 1 su 4 la ceretta
• la maggior parte delle donne non depila le braccia e chi decide di farlo usa il rasoio
• per la zona bikini, oltre al rasoio, viene usata la ceretta (19%), la crema depilatoria (15%) e l’epilatore (13%)
• la crema depilatoria viene usata prevalentemente per la zona bikini (15%) e per le ascelle (12%).

Quali le motivazioni?
Il 52% dichiara di depilarsi perché in qualche modo sente di doverlo fare. La pressione più forte arriva dalla società, che influenza 1 donna su 5.Il 48% delle donne dichiara di depilarsi unicamente per se stessa e, interrogate sulla decisione che prenderebbero se non fossero influenzate dall’opinione degli altri e dalle aspettative della società, l’84% dichiara che si depilerebbe ugualmente dimostrando che nel 2018 le decisioni delle donne in relazione alla depilazione sono basate prima di tutto su preferenze personali e su ciò che le fa sentire bene con loro stesse.

La depilazione e il paese di origine
La ricerca ha evidenziato che, a seconda del paese di origine, le donne la pensano in maniera diversa in fatto di depilazione e sono influenzate da fattori differenti.
Le francesi, ad esempio, sono più condizionate delle altre dall’opinione del proprio partner, con 1 donna su 4 d’accordo con questa affermazione. Le francesi (32%) e le americane (31%) si fanno influenzare più delle altre dalla società, mentre le russe non subiscono in modo particolare i condizionamenti esterni per cui il 74% di loro dichiara di depilarsi per se stessa.

Il ruolo del partner
È interessante sottolineare come non siano tanto le celebrities o i social media ad influenzare le donne su come e quali zone del corpo dovrebbero depilare, quanto i partner che si attestano al primo posto (30%), seguiti da amici (28%) e famiglia (25%). I social media, infatti, influenzano solo il 14% delle donne e le celeb addirittura meno del 5%.
Un dato curioso: il 49% delle donne dichiara di aspettarsi che il proprio partner si depili, come a voler ricambiare l’aspettativa del proprio uomo in materia.

Come è cambiato l’atteggiamento nei confronti della depilazione
Se negli ultimi 5 anni sono cambiati molto il modo di rappresentare il corpo femminile, il concetto di bellezza e di perfezione, la metà delle donne (49%) dichiara di non aver cambiato atteggiamento nei confronti della depilazione, continuando quindi a rimuovere la stessa quantità di peli nelle medesime zone del corpo. Di quelle che invece hanno cambiato atteggiamento, 1 su 5 ne rimuove di meno, ma il 31% oggi ne rimuove di più. Questo dimostra che, nonostante oggi capiti più spesso che in passato di vedere sui media donne non depilate, molte di esse continuano a optare per la rimozione dei peli, immuni al significativo cambiamento culturale che sta attraversando la società.
Per quanto riguarda il metodo, rispetto a 5 anni fa più donne scelgono l’epilazione (33% vs 25%), la ceretta (32% vs 26%) e anche la luce pulsata (16% vs 7%).

Un tema ancora controverso
Per circa 4 donne su 10, il fatto di avere dei peli visibili sul corpo non influisce sulla propria femminilità. Allo stesso modo, però, dichiarano che sarebbero più a disagio a mostrarsi con i peli (54%) che non con le smagliature (32%), cicatrici (10%) o voglie (4%).
In generale, quindi, c’è quasi un sentimento di ammirazione per chi non si depila (per il 10% avere i peli è cool), ma rimane una certa reticenza a non farlo in prima persona: in particolare le ragazze più giovani (18-24 anni) si sentirebbero più giudicate (26%), che non quelle più mature (13%) tra i 45 e i 54 anni. Il 72% delle donne si depila per avere una pelle più liscia, il 59% per motivi di igiene e pulizia, circa il 50% per sentirsi più sicura.

Nonostante tutto la depilazione è un gesto che fa parte della beauty routine
Per oltre la metà delle donne la depilazione, con tutti i suoi diversi metodi, fa parte di quegli irrinunciabili momenti dedicati al proprio corpo, rappresentando quindi un modo per prendersi cura di se stessa e coccolarsi. Un gesto che è entrato a far parte della beauty routine, con un terzo delle donne che arriva ad affermare che la depilazione sia terapeutica.
Le ragazze più giovani, abituate ad essere multi-tasking per ottimizzare ogni momento della loro giornata e non perdersi mai nessuna opportunità, solitamente si depilano mentre fanno altro come, ad esempio, guardare la televisione o ascoltare la musica.

 

  • Redazione ANSA
  • 19 luglio 2018
  • 00:41

Condividi la notizia