ANSAcom

Connections-L'ottava arte,prima mondiale al Museo del Cinema

L'evento di Les Farfadais su misura per la Mole Antonelliana

ANSAcom

TORINO, 9 APR - Una prima mondiale per un evento che unisce arti performative, tecnologia e design in uno scenario unico come la Mole Antonelliana: è il progetto di innovazione 'Connections - L'ottava arte', che approda al Museo nazionale del Cinema di Torino per un'unica data, sabato 14 aprile.
La performance, ideata da Lucas Imaging Events con la direzione artistica di Pietro Lesca e realizzata con il contributo della Compagnia di San Paolo e della Città di Torino, viene portata in scena dalla compagnia Les Farfadais, conosciuta in tutto il mondo per i suoi spettacoli di nouveau cirque acrobatico. Dentro la Mole un gruppo di performer presenterà uno spettacolo creato su misura per la grande volta dell'Aula del Tempio. Sospesi a 20 metri d'altezza, sostenuti da un chilometro di funi ad alta tenuta, come marionette a grandezza naturale, Les Farfadais proporranno un omaggio al cinema mai visto prima.
"Si parte dalla magia della nascita di questa forma espressiva - racconta Alexandre Haffner, che con il fratello Stephane ha fondato il collettivo di artisti - per ripercorrere i generi più amati e conosciuti o gli eterni topos del grande schermo, come la lotta tra il bene e il male". I cinque atti portati in scena alla Mole saranno intervallati dalle creazioni del videomaker torinese Andrea Dutto, in un'appassionante interazione tra arte e tecnologia che di fronte al pubblico darà vita all''ottava arte' citata dal titolo.
"L'idea è di portare un linguaggio innovativo nei luoghi di cultura - spiega il direttore artistico Pietro Lesca - e nello stesso tempo di ampliare la destinazione d'uso museale, aprendola a nuovi contenuti che possano attirare anche un pubblico diverso". Les Farfadais sono una compagnia abituata a esprimersi in luoghi poco convenzionali, come le facciate di edifici, pareti, perfino sulle navi da crociera. "La Mole Antonelliana, con la sua grande cupola - aggiunge Lesca - si è rivelata un contesto perfetto per ospitare le evoluzioni mozzafiato di questo gruppo di artisti".
Il progetto 'Connections' è anche una 'chiamata alle arti' per tutti coloro che appartengono alla comunità creativa torinese: alla vigilia dell'evento si svolgerà alla Mole Antonelliana un appuntamento b2b per mettere in contatto talenti emergenti e artigiani dello spettacolo, selezionati attraverso una 'call' nelle scorse settimane, con i professionisti di Les Farfadais in cerca di nuove collaborazioni. "Dal light designer al progettista che abbia in mente un'innovazione da impiegare sulla scena - conclude Lesca - vogliamo far capire che il mondo dell'arte può offrire opportunità lavorative anche per architetti e ingegneri".

In collaborazione con:
Museo del Cinema

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: