Sassi su auto, arrestati due 17enni

L'accusa รจ tentato omicidio. Altro episodio tangenziale Torino

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 NOV - Torna l'incubo dei lanci di sassi contro le auto di passaggio. Negli ultimi giorni la cronaca ha già registrato tre episodi, una vittima e l'arresto di due teen ager in Sicilia con l'accusa di tentato omicidio, un capo di imputazione pesante che dovrebbe scoraggiare emulazioni. I due diciassettenni arrestati sono stati sorpresi a lanciare sassi da un cavalcavia sulla A20 Palermo-Messina, all'altezza di Milazzo, intorno alle 3. I minorenni avevano già colpito un'auto in transito, raggiunta sul parabrezza da un pezzo di lastra di cemento utilizzata generalmente per la copertura dei canali di scolo delle acque piovane. Il pezzo di cemento ha frantumato il parabrezza, ammaccato il cofano e sfondato la mascherina anteriore destinata all'areazione nel paraurti, dove è rimasto in parte incastrato. Nell'auto colpita viaggiavano quattro persone (padre, figlia e due amiche della ragazza), tutte illese. Le altre macchine sopraggiunte subito dopo hanno subito qualche danno a causa dei frammenti di cemento rimasti sull'asfalto. I due ragazzi sono stati trasferiti in un centro di prima accoglienza per minori. La polizia monitorava il cavalcavia perché una settimana fa, alla stessa ora, una volante era stata sfiorata da un sasso lanciato dal medesimo punto. Gli agenti, che si trovavano in quell'area, hanno quindi subito potuto bloccare i due teen ager. Giovani anche i protagonisti di un altro scellerato gesto in Piemonte. Lo stesso giorno in cui Nilde Cantarini, 62 anni, è morta per lo shock dopo che l'auto a bordo della quale viaggiava con alcuni amici e' stata colpita da una pietra scagliata da ignoti, un altro sasso ha centrato un camion sulla tangenziale di Torino. L'autista si è ritrovato il tetto in vetro della sua motrice sfondato da una pietra di oltre due chili. "Sono vivo per miracolo" ha raccontato l'uomo, Arcangelo Antonacci, 48 anni. Il sasso, deviato dalla tenda parasole dell'abitacolo, lo ha per fortuna soltanto sfiorato fermandosi alla destra del sedile. Il camionista ha raccontato alla polizia stradale di essere stato colpito poco prima dell'ingresso dell'Interporto Sito ed è sicuro di avere visto i presunti lanciatori scagliare la pietra dal ponte di strada del Drosso. "Erano tre, quattro ragazzi con le bici", ha riferito.
    La Procura ha aperto un fascicolo per lancio di oggetti pericolosi e danneggiamento.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA