Un immobile per donne svantaggiate

Iniziativa del comune di Fano e Libera

Redazione ANSA FANO (PESARO URBINO)

(ANSA) - FANO (PESARO URBINO) - Un appartamento confiscato alla criminalità organizzata sarà assegnato la prossima settimana a Fano ad alcune donne svantaggiate, grazie all'intervento dell'Amministrazione comunale e dell'associazione Libera. Lo hanno annunciato gli assessori Samuele Mascarin (Legalità) e Marina Bargnesi (Politiche sociali), alla presenza delle delegata regionale di Libera Paola Senesi.
    L'immobile, un appartamento di circa 100 metri quadrati in una palazzina nel quartiere di Sant'Orso, era stato sequestrato dall'Agenzia nazionale Beni sequestrati e confiscati e conferito al Comune di Fano nel 2015. Quest'ultimo, a sua volta, aderendo alla campagna nazionale "Riparte il futuro" promossa da Libera, d'intesa con le associazioni cittadine, aveva redatto e finanziato un progetto di inclusione e reinserimento di donne svantaggiate con figli minori. Due nuclei familiari, in totale 5 persone, ora avranno una casa. "Siamo contenti - ha detto Paola Senesi - che un bene confiscato alla criminalità ritorni a disposizione di tutta la collettività. È un bel segnale che il Comune di Fano ha voluto dare ai suoi cittadini''

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA