Prosperetti,dovere parlare a progettisti

"Desideri noto architetto no uomo Parnasi,me lo indicò Eurnova"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - "E' compito del Soprintendente, che come previsto dalla Carta Europea del Paesaggio esercita la tutela attiva sul territorio, interloquire con i progettisti, con l'obiettivo ove possibile di migliorare il progetto per salvaguardare il paesaggio e la città". Così il sovrintendente Francesco Prosperetti, indagato nell'inchiesta sullo stadio della Roma, parla per la prima volta difendendo il suo ruolo e la sua attività nell'ambito del progetto di Tor di Valle.
    Proprio per giustificare la sua interlocuzione con il gruppo Parnasi il sovrintendente aggiunge che "la tutela attiva è dialogo con i progettisti per salvaguardare il paesaggio e la città". Prosperetti precisa che la scelta dell'architetto Paolo Desideri per il progetto di ricostruzione di parte della pensilina dell'ippodromo di Tor di Valle "mi è stato proposto dai rappresentanti di Eurnova". "Non stiamo parlando di un oscuro "uomo di Parnasi", ma di uno dei maggiori architetti italiani".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: