Trieste, allenare l'intelligenza emotiva

Pop Up con 4 mila volontari e 37 organizzazioni in 15 lingue

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 NOV - Il più grande evento internazionale dedicato all'allenamento dell'intelligenza emotiva di bambini e ragazzi è il POP-UP Festival delle Emozioni, del Benessere e dei Diritti dei Bambini, un'esperienza di apprendimento pratico ed esperienziale.
    Anche quest'anno Six Seconds ha deciso di celebrare così lo Universal Children Day, istituito dalle Nazioni Unite il 20 Novembre 1954 e stesso giorno in cui, nel 1990, l'Assemblea Generale dell'ONU ha sottoscritto la Dichiarazione dei Diritti dell'Infanzia. Nato tre anni fa, il POP-UP Festival è diventato una realtà grazie all'aiuto di circa 4000 volontari e 37 organizzazioni in tutto il mondo, toccando nel 2018 161 Paesi e raggiungendo oltre 600 mila persone tra bambini e adulti. Tutte le attività svolte sono state tradotte in 15 lingue diverse.
    Questa iniziativa si è impreziosita nel 2018 con la sinergia tra Six Seconds e UNICEF, nata dalla comunanza di valori rispetto alla tutela dell'infanzia e alla sua celebrazione nel mese di Novembre. Six Seconds è, inoltre, Action Partner delle Nazioni Unite proprio con il POP-UP Festival nell'ambito dei Sustainable Development Goals ed ogni attività del POP-UP Festival è pensata per contribuire ad almeno un SDG.
    In Italia il POP-UP Festival, insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica, durante tutto il mese di Novembre raggiungerà decine di città arrivando sabato 23 Novembre anche a Trieste, presso la sede direzionale del Centro Giovanile VILLA ARA Via Monte Cengio 2, ove saranno allestiti dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 laboratori paralleli, differenziati per fascia di età e per area tematica (consapevolezza di sé, relazioni con gli altri, cambiamento), gestiti da trainer qualificati e che guideranno i partecipanti nell'esplorazione delle emozioni e nell'allenamento della propria intelligenza emotiva.
    Il POP-UP Festival di Trieste, organizzato da CoachUrself (Preferred Partner Six Seconds) sotto il patrocinio di proESOF 2020, si inserisce all'interno della manifestazione Diritti e Storti, una rete di iniziative cittadine che coinvolgono le scuole, l'università, le biblioteche, le associazioni e le istituzioni che si occupano dei bambini a vario titolo, per promuovere il tema dei diritti, a 30 anni dalla firma della Convenzione dei Diritti dei Bambini di New York. "L'impegno per diffondere l'intelligenza emotiva si salda con gli Obiettivi Globali Sostenibili delle Nazioni Unite e quest'anno è rafforzato dalla celebrazione dei 30 anni dalla Convenzione di New York dei Diritti dei Bambini - afferma Sveva Perciabosco, Responsabile Education di CoachUrself - si tratta di un lavoro sinergico che impatta sul benessere, in particolare delle nuove generazioni, in una circolarità feconda tra il mondo della scuola e l'ambiente famigliare. Bambini, giovani e adulti - educatori e genitori - sono aiutati ad affrontare la complessità del vivere nel mondo contemporaneo". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA