Donna carbonizzata: ex compagno, Vita con lei in paradiso

Frasi agli atti. Dalle telecamere coppia insieme nel casolare

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 7 SET - "Lei non sapeva vivere il vero amore, lei sarà la mia donna", "quella vita che volevo fare con lei qui la faremo in paradiso!" e anche "merita la morte? Bruciata! Io ho fatto questo". Sono alcune delle frasi, finite agli atti, pronunciate in video e note vocali da M'hamed Chameck, 42enne accusato dell'omicidio dell'ex compagna Atika Gharib, di 32 anni. Parole, rivolte a una delle sorelle della vittima e trascritte dai Carabinieri, che insieme ad altri elementi hanno portato all'emissione del decreto di fermo da parte della Procura di Bologna.
    Il corpo carbonizzato di Atika Gharib è stato trovato martedì in un casolare abbandonato a Castello d'Argile, nel Bolognese. Secondo gli investigatori la 32enne, come testimoniano le immagini delle telecamere di sorveglianza, ha raggiunto il casolare in auto insieme a Chamekh. All'interno è stata rinvenuta anche una tanica di liquido infiammabile. Il fermo è stato convalidato ieri dal Gip del Tribunale di Imperia che per l'uomo, fermato dalla Polfer a Ventimiglia, ha disposto anche la custodia cautelare in carcere.
    Della donna i familiari avevano perso le tracce lunedì quando aveva lasciato la sua abitazione a Ferrara per recarsi al Consolato del Marocco a Bologna. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA