De Raho, arti maziali scuola di legalità

Il procuratore nazionale antimafia a Formia a Corso taekwondo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 OTT - "Le arti marziali sono la scuola di legalità, di sacrificio, di impegno. Aiutano a rafforzare soprattutto la forza mentale: oltre che fisicamente, si è forti nel pensiero nel senso che si ha consapevolezza di poter operare e raggiungere l'obiettivo con l'impegno e il sacrificio e questo è il messaggio che danno lo sport e soprattutto le arti marziali". Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho parlando a Formia al corso tecnico per formatori di taekwondo. Il magistrato ha inoltre messo in evidenza come lo sport aiuta i ragazzi a rischio di diventare mafiosi e i giovani che vivono in contesti mafiosi, perchè "insegna le regole, insegna a convivere con gli altri, insegna la solidarietà, insegna a rispettare la dignità degli altri e quindi migliora i soggetti che sono a rischio in modo da portarli sulla strada della legalità". Secondo de Raho, lo sporta "aiuta a dire 'no' all'illegalità e a rispettare le regole".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA