Ermini,non colpite le fondamenta del Csm

Per vice-presidente la ferita è profonda e dolorosa

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 21 GIU - "La ferita profonda e dolorosa", derivante da quanto disvelato dall'inchiesta sulle nomine, "potrà guarire soltanto all'esito di un percorso lungo e faticoso" ma "sono certo di poter affermare, con rinnovata fiducia, che essa non ha colpito le fondamenta del Consiglio superiore". Lo ha detto il vicepresidente del Csm, David Ermini, intervenendo al Plenum straordinario presieduto dal capo dello Stato, Sergio Mattarella.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA