Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Domani il tribunale di Vicenza per il secondo anno consecutivo apre le porte agli studenti delle scuole superiori. Il progetto si intitola "Sprigionare Legalità", coinvolge circa 300 ragazzi e 20 professori di 15 Istituti secondari di secondo grado della Provincia di Vicenza, e prevede anche la simulazione di un processo penale con il presidente del tribunale Alberto Rizzo. Interverranno anche il procuratore Antonino Cappelleri e il consigliere laico del Csm Alessio Zaccaria. Gli studenti rappresenteranno, con i linguaggi dell'arte, nelle aule del Tribunale, vari eventi sul tema della legalità: le discriminazioni, la violenza di genere, il bullismo, il rispetto dell'ambiente. E rifletteranno sull'inutilità della pena di morte, prendendo spunto dall'opera di Cesare Beccaria.
    Prevista anche un'intervista dei ragazzi a Fabrizio Cacciabue, Direttore della Casa Circondariale di Vicenza. Gli elaborati degli studenti sono stati realizzati grazie al contributo dei docenti, dei magistrati del Tribunale e della Camera Penale. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: